RecensioneAudio

Sony WH-1000XM5: non si piegano, ma sono comunque buone

David Lee
Zurigo, il 23.05.2022
Traduzione: Leandra Amato

Cancellazione del rumore, qualità del suono, qualità della voce, tempo di ricarica, funzionamento: le nuove cuffie XM5 di Sony sono un prodotto eccellente e sofisticato, persino migliore del loro predecessore. Tuttavia: perché Sony ha dovuto rimuovere il meccanismo di piegatura?

Prima il punto negativo: il modello Sony WH-1000XM5, a differenza del suo predecessore XM4, non è più pieghevole. Per me è uno svantaggio enorme. Le custodie per cuffie sono troppo ingombranti; le cuffie pieghevoli vanno nello zaino senza custodia. Con le XM5 sarà difficile. Non solo occupano più spazio, ma ho anche paura che si rompano durante il trasporto.

Trasporto senza custodia: nessun problema con le XM4 (a sinistra); rischioso con le XM5.
Trasporto senza custodia: nessun problema con le XM4 (a sinistra); rischioso con le XM5.

Ma ci sono persone che portano comunque le cuffie in una custodia o le tengono sempre in testa. Per loro, tutto questo non è un problema.

In effetti, le XM5 sono perfette per essere sempre indossate. Sono molto comode grazie alla loro leggerezza e ai morbidi cuscinetti. Inoltre, presentano caratteristiche che consentono di indossarle sempre. Se si avvicina il palmo della mano all'orecchio destro, la musica diventa più silenziosa e il rumore ambientale viene amplificato. In questo modo puoi parlare con qualcuno senza problemi. Con «Speak to Chat», la musica si interrompe automaticamente quando si inizia a parlare. Il tempo di disattivazione più breve dopo aver parlato è ora di 5 secondi invece di 15 secondi e le XM5 riconoscono la voce meglio delle XM4.

Sono una di quelle persone all'antica che pensano sia scortese non togliersi le cuffie per parlare. Esiste una funzione anche per questo: la musica si interrompe quando le cuffie vengono rimosse e continua quando vengono indossate. Tutte queste funzioni sono eccellenti e possono anche essere disattivate.

Il design elegante è più raffinato rispetto al modello precedente. Tuttavia, le impronte digitali sono molto visibili, almeno sulla versione nera che ho testato.

A seconda dell'incidenza della luce, le impronte digitali sono molto visibili.
A seconda dell'incidenza della luce, le impronte digitali sono molto visibili.

Suono: leggermente migliore

La mia impressione è che le cuffie XM5 non suonino significativamente diverse rispetto alle XM4, ma sono leggermente migliori. Il suono è più chiaro, sia nei bassi che negli alti. Sebbene i bassi delle XM4 siano un po' più potenti, in certe circostanze possono diventare una specie poltiglia rimbombante. Questo non accade quasi mai con le XM5, nemmeno con i bassi al massimo. Quindi anche i fissati del basso ottengono qualcosa.

Per me, personalmente, la sintonizzazione delle frequenze è un po' troppo poco in gamma media. Tuttavia, con l'equalizzatore (EQ) ottengo il suono desiderato. Lo trovo notevole, perché normalmente l'equalizzazione mi è poco utile se le caratteristiche del suono non sono già di mio gusto.

Noise Canceling: più efficace, ma ci vuole un po' di tempo per abituarsi

Con la cancellazione del rumore, si nota immediatamente che il rumore di fondo è molto più silenzioso. Questo è il miglioramento principale per me. Anche se la cancellazione del rumore in sé sembra essere più potente, lo è solo quando fa effettivamente effetto. Lo stesso rumore non viene sempre filtrato allo stesso modo.

Ad esempio, quando suono un tono di prova a 8000 hertz, le XM5 lo fanno scomparire quasi completamente. E questo nonostante i toni alti siano difficili da eliminare. Tuttavia, questo funziona solo se le cuffie o la sorgente sonora non si muovono. Se giro la testa di lato o muovo l'altoparlante, sento un fischio.

Le XM4 offrono una cancellazione del rumore irregolare, ma meno pronunciata. Forse semplicemente perché è meno efficace. In questo caso, il suono a 8000 Hz è chiaramente udibile davanti, ma più silenzioso rispetto ai lati.

A volte noto questa irregolarità con le XM5 in situazioni quotidiane. È fastidioso quando l'intensità del rumore ambientale cambia senza alcuna ragione apparente.

Come molte altre cuffie, le XM5 possono registrare il rumore ambientale e riprodurlo in cuffia. Ciò significa che puoi sentire ciò che accade intorno a te, nonostante l'attenuazione passiva del suono.

La funzione di «controllo adattivo della rumorosità» nell'app per smartphone è stata progettata per andare oltre. L'idea è che le cuffie stesse si accorgano della situazione in cui ci si trova e attivino l'impostazione preimpostata. Ad esempio, la cancellazione del rumore quando si sta seduti e il rumore ambientale quando si cammina.

Tuttavia, la funzione non è ancora abbastanza intelligente da essere veramente utile. Ad esempio, l'impostazione cambia quando il treno si ferma in stazione, perché il GPS si accorge che sei fermo, ma tu non vuoi che cambi. Se si fanno tre passi sul treno, l'impostazione cambia di nuovo, anche se si vuole ancora la cancellazione del rumore. È piuttosto fastidioso. È molto più semplice premere manualmente il padiglione auricolare per commutare.

Qualità della voce: migliore

La capacità di ascolto dell'interlocutore al telefono o in una riunione virtuale dipende da varie influenze. Ad esempio, lo smartphone o la connessione a Internet, ma non hanno nulla a che vedere con le cuffie. Escludo questo fattore nel test registrando me stesso localmente.

Il secondo fattore è il rumore ambientale. In un ambiente silenzioso, la qualità è generalmente migliore che in un ambiente rumoroso. Nei video puoi confrontare la qualità con il silenzio e con la musica in riproduzione. Le cuffie cercano di filtrare la musica, ma a volte filtrano anche un po' della mia voce.

Inoltre, sembra fare differenza se le cuffie sono collegate a uno o due dispositivi (multipoint). La mia collega Livia lo ha già scoperto nella recensione delle XM4. Ecco una registrazione con musica altrettanto forte, ma senza multipoint.

La qualità della voce è migliorata rispetto al modello precedente? Sì! Il rumore di fondo viene eliminato molto meglio, in modo da essere capiti anche in ambienti rumorosi. Ed ecco una registrazione con conversazioni al posto della musica in sottofondo. Queste sono chiaramente udibili sulle XM4, ma non sulle XM5.

Funzionamento e comandi

Sony non ha cambiato il concetto di funzionamento. Sono presenti un interruttore di accensione e spegnimento e un pulsante che consente di passare dalla cancellazione del rumore alla trasmissione del rumore ambientale o a nulla. Il resto avviene tramite gesti tattili sul padiglione auricolare destro. La regolazione del volume, la pausa della riproduzione o il passaggio alla traccia successiva funzionano senza problemi. Preferisco ancora usare lo smartphone per questo, forse perché sono mancino.

Connessioni

Non è cambiato nulla in fatto di connessioni. Questo non è necessariamente un male. Attualmente è di moda salvare la connessione analogica da 3,5 mm. È ancora presente e Sony include anche un cavo da 1,2 metri con le XM5. Dettaglio interessante: la connessione analogica funziona anche quando le cuffie sono spente, ad esempio quando la batteria è scarica. Ma la musica suona in modo completamente diverso rispetto a quando sono accese. I bassi scompaiono quasi completamente e i medi sono estremamente dominanti.

Cool: cavo audio in dotazione.
Cool: cavo audio in dotazione.

Non è cambiato nulla nemmeno per quanto riguarda la connessione Bluetooth. Sono supportati i codec SBC, AAC e LDAC. Inoltre, le cuffie possono collegarsi a due dispositivi contemporaneamente, ad esempio un notebook e uno smartphone. Tuttavia, come nel caso delle XM4, ciò non è possibile con il codec LDAC di alta qualità.

L'audio USB non è ancora disponibile. La porta USB-C viene utilizzata esclusivamente per la ricarica. Una cosa fastidiosa: durante la ricarica, le cuffie sono sempre spente e il cavo USB in dotazione è estremamente corto.

Non così cool: cavo USB troppo corto, USB-A a un'estremità.
Non così cool: cavo USB troppo corto, USB-A a un'estremità.

La ricarica è molto rapida. Soprattutto con un caricabatteria potente, come è consuetudine per i notebook. Questo mi ha permesso di caricare dal 50 al 90% in pochi minuti. Non ho potuto effettuare una serie di misurazioni adeguate, la batteria dura troppo a lungo per poterlo fare. Sony dichiara un'autonomia di 30 ore con la cancellazione del rumore attivata.

Conclusione: scommettiamo che...

In realtà, le WH-1000XM5 mi convincono completamente. La qualità della voce durante le chiamate è migliore rispetto al modello precedente, il rumore di fondo della cancellazione del rumore è quasi completamente scomparso. È molto efficace, anche se non costante come avrei voluto. Anche l'audio è stato leggermente migliorato.

È ancora più fastidioso che queste cuffie non possano essere ripiegate. Sarei lieto di sacrificare un po' di eleganza nel design per questo.

Le XM6 saranno quindi nuovamente pieghevoli. Scommettiamo?

Sony WH-1000XM5 (ANC, 30 h)
Cuffie
369.–

Sony WH-1000XM5

ANC, 30 h

115
Sony WH-1000XM5 (ANC, 30 h)
Cuffie
369.–

Sony WH-1000XM5

ANC, 30 h

115

A 26 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Il mio interesse per il mondo IT e lo scrivere mi hanno portato molto presto a lavorare nel giornalismo tecnologico (2000). Mi interessa come possiamo usare la tecnologia senza essere usati a nostra volta. Fuori dall'ufficio sono un musicista che combina un talento mediocre con un entusiamso eccessivo. 


Audio
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader