RetroscenaAudio

Un esperimento per test di cuffie plausibili

David Lee
Zurigo, il 25.07.2022
Traduzione: Nerea Buttacavoli

Come si può rendere plausibile il suono di una cuffia in un test? La mia idea: invece di descrizioni vaghe come «ha bassi decenti», registro il suono.

Finora i miei test sulle cuffie sono sempre stati soggettivi e i risultati non possono essere trasferiti uno a uno ad altre persone. Un auricolare che è comodo per me può essere inadatto per un'altra forma di testa. Il tutto si fa ancora più difficile per il suono: è impossibile descrivere le sue caratteristiche in modo che un'altra persona capisca esattamente cosa intendo. Quando scrivo che le cuffie suonano pesanti sui bassi, non sono abbastanza preciso. Inoltre, non puoi che fidarti della mia parola, non puoi verificarlo.

Sono insoddisfatto di questa situazione da molto tempo, ma non ho ancora trovato una soluzione. Non siamo attrezzati per le misurazioni di laboratorio, né disponiamo delle conoscenze specialistiche necessarie. Inoltre, le misurazioni di laboratorio sono spesso lontane dalla realtà: si misurano cose che sono irrilevanti nella vita di tutti i giorni. A questo punto è meglio una constatazione soggettiva basata su esperienze reali.

La via d'uscita è un microfono binaurale?

Qualche settimana fa mi sono imbattuto nel 3Dio FS II Pro. Questo è un microfono binaurale professionale. Le cuffie possono essere montate sull'unità. Le due orecchie contengono microfoni che registrano il suono come lo sentirebbe un orecchio umano – almeno approssimativamente.

Naturalmente, non si sentirà il suono registrato così come esce dalle cuffie. Questo perché la riproduzione viene influenzata dalle cuffie o dai diffusori dell'utente. Ma è comunque possibile confrontare diversi modelli. Il video seguente dimostra che funziona: Indipendentemente dalle cuffie utilizzate, sentirai che le Apple Airpods Max hanno un suono diverso dalle Sony XM5.

Innanzitutto, metto alla prova il principio

Il 3Dio FS II Pro costa 2000 dollari. Più circa 70 dollari di spese di spedizione. Il microfono binaurale Neumann KU-100 si aggira addirittura intorno agli 8000 franchi, dollari o euro. Esiste anche un modello più economico del 3Dio, ma non registra i toni bassi sotto i 60 hertz. Non avrebbe senso per testare un auricolare.

Si tratta di un bel po' di soldi per qualcosa che non è chiaro se serva allo scopo. Pertanto, voglio prima testare la procedura con mezzi più semplici. Qualche tempo fa, il collega Thomas Kunz ha realizzato il suo microfono binaurale per registrare meglio i suoni spaziali e per deliziarci con un ASMR coccoloso e inquietante. Uso questo microfono per i miei primi passi.

  • Sapere

    DIY-Mikrofon: ASMR für Nerds

Monto quindi il microfono binaurale di Tom su una telecamera e lo collego all'ingresso del microfono. La telecamera funge da supporto per il microfono. Anche la registrazione diretta sul computer richiede un'interfaccia audio adeguata.

Per prima cosa, ho messo i miei Sennheiser Momentum 2 sul microfono.

I padiglioni auricolari non poggiano su una superficie vicino alle orecchie, ma pendono liberamente nell'aria. Questo non è certamente ottimale, perché i padiglioni hanno una grande influenza sull'immagine sonora. Tuttavia, faccio passare alcuni brani di prova attraverso le cuffie e registro il suono con la videocamera. Poi ripeto la stessa cosa con altre due cuffie che ho con me in questo momento: le Sennheiser HD449 e le Skullcandy Crusher ANC. Non si tratta delle cuffie più interessanti, ma hanno tutte un suono molto diverso e sono quindi adatte a un primo test.

Positivamente sorpreso

Non mi aspettavo molto da questo esperimento e sono rimasto sorpreso: sento una netta differenza nel suono di tutte e tre le cuffie. La caratteristica rimane invariata per diverse registrazioni e riflette le effettive caratteristiche del suono. L'HD449 grava molto sui medi, si sente quasi un po' vuoto e più aperto degli altri due. Lo Skullcandy Crusher enfatizza principalmente gli alti quando la bizzarra vibrazione dei bassi è disattivata. Il Sennheiser Momentum 2 ha un suono equilibrato e potente.

Ascolta:

In una seconda versione, ho incluso anche il file audio originale; tuttavia, il suono è così diverso che distrae dalle differenze tra le registrazioni delle cuffie.

Deve ancora essere migliorato

Per i test reali, tuttavia, alcuni aspetti dovrebbero essere ancora ottimizzati. Questo inizia con la scelta dei brani di prova. Possono essere prese in considerazione solo le registrazioni non protette da copyright, altrimenti Youtube bloccherà il video. Qui ho scelto una registrazione autoprodotta, che naturalmente non è ottimale. Chiedo scusa per la scarsa produzione e gli errori di tempistica.

Un test affidabile dovrebbe anche prevedere che le cuffie siano appoggiate su una superficie in modo che i lati siano chiusi.

Ma il problema più grande rimane il fatto che non si sente mai la registrazione come suonava nell'originale. Tra l'altro, nemmeno se li si ascolta con le cuffie testate. Al contrario: le peculiarità delle cuffie vengono amplificate, in modo che la registrazione suoni estremamente sbilanciata. Il suono delle Skullcandy Crusher con le Skullcandy Crusher è estremamente pesante sugli alti e troppo poco sui medi. Sull'HD449, invece, il suono è accettabile, mentre l'HD449 ha un suono troppo medio. In altre parole: se qualcosa non suona bene, non è necessariamente dovuto alla qualità delle cuffie, ma molto probabilmente a una combinazione sfavorevole di dispositivo di prova e dispositivo di riproduzione.

Potrei creare maggiore obiettività attraverso una rappresentazione grafica dello spettro sonoro. Questo sarebbe sempre lo stesso, indipendentemente dal diffusore utilizzato. Non sono ancora arrivato a tanto.

Testare cuffie in-ear in questo modo sarebbe ancora più difficile. I microfoni sono ora posizionati nel padiglione auricolare del microfono di Tom, all'incirca nel punto in cui verrebbe posizionato un auricolare in-ear. Quindi dovrei creare un canale auricolare artificiale dietro il padiglione auricolare e collocarvi i microfoni. Un'impresa difficile.

Il mio verdetto

Presentare una registrazione di una singola cuffia è del tutto inutile. Il suono non è quello che si sente sul diffusore. Tuttavia, il metodo ha un potenziale quando si tratta di confrontare direttamente diverse cuffie. Soprattutto se il confronto può essere visualizzato graficamente. Il fatto che un paio di cuffie suoni più piatto dell'altro può essere determinato indipendentemente dal dispositivo di riproduzione.

Cosa ne pensi? Vale la pena seguire questa strada e investire più soldi in un microfono binaurale?

A 21 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

Il mio interesse per il mondo IT e lo scrivere mi hanno portato molto presto a lavorare nel giornalismo tecnologico (2000). Mi interessa come possiamo usare la tecnologia senza essere usati a nostra volta. Fuori dall'ufficio sono un musicista che combina un talento mediocre con un entusiamso eccessivo. 


Audio
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader