Pixel Slate vs. Surface Pro X: qual è il tablet migliore?
RecensioneInformatica

Pixel Slate vs. Surface Pro X: qual è il tablet migliore?

Philipp Rüegg
Zurigo, il 16.03.2020
Traduzione: Leandra Amato
Il Pixel Slate e il Surface Pro X sono due dispositivi che non sono stati esattamente ricoperti di lodi. Eppure ho scelto questi due per fare un confronto, perché mi serve un nuovo tablet.

Il mio fidato Pixel C di Google è durato quattro anni. Ma poiché la batteria dura meno di uno scaffale di carta igienica ai tempi del Coronavirus, è chiaro che occorre un successore. Dal momento che Google ha effettivamente chiuso il business dei tablet, dovrò cercare altrove. I soliti Galaxy Tab, Mediapad o iPad non mi convincono: troppo spigolosi, malformati o inflessibili. Eppure non ho esigenze particolari:

  • Deve funzionare bene come un tablet ed essere maneggevole
  • Almeno 8 pollici
  • Rapporto d'aspetto 3:2 o simile
  • Adatto al gaming
  • Fumetti, riviste
  • Netflix, HBO, YouTube
  • VPN
  • Lavoro, navigazione, multitasking, penna, tastiera
  • Fattore di sperimentazione: sideload di app, sistema che consente un certo margine di manovra

Perché proprio il Pixel Slate e il Surface Pro X?

Il Pixel Slate a sinistra e il Surface Pro X sono dotati di custodie per tastiera opzionali.
Il Pixel Slate a sinistra e il Surface Pro X sono dotati di custodie per tastiera opzionali.

Il Pixel C è stato l'ultimo tablet Android di Google, o quasi. Il Pixel Slate è un tablet Chromebook, ma ora è possibile anche installare le app Android. Come purista e fan del sistema operativo senza fronzoli di Google, che in questo caso è Chrome OS, ho tenuto d'occhio il Pixel Slate per un po'. Le recensioni negative come quelle sul fattore di forma un po' grande mi hanno tenuto lontano finora. Tuttavia, si dice che gli aggiornamenti abbiano migliorato il dispositivo in modo significativo. E poiché il prezzo è sceso, ne sto ordinando uno su eBay. Perché, purtroppo, lo Slate è ufficialmente disponibile solo nei territori anglosassoni. Il che purtroppo significa anche che la tastiera opzionale ha un layout US.

Esternamente sono molto simili. Lo Slate ha anche un sensore di impronte digitali sul pulsante di accensione.
Esternamente sono molto simili. Lo Slate ha anche un sensore di impronte digitali sul pulsante di accensione.

La faccenda è simile anche per il Surface Pro X. Il dispositivo sembra interessante, ma i recensori, tra cui il mio collega Martin Jud, non ne sono stati entusiasti a causa della limitazione che porta il processore ARM. Quando mi sono imbattuto in un articolo di The Verge che lodava il dispositivo come un Chromebook, ho pensato che questo sarebbe stato un confronto interessante.

Sia lo Slate che il Pro X non sono tipici tablet, eppure è proprio questo che mi aspetto. Entrambi sono in realtà troppo grandi per me, ma la loro flessibilità potrebbe compensare. Inoltre, sono tra i pochi dispositivi che non sono 16:10 o addirittura 16:9, cosa che trovo insopportabile su tablet e notebook.

Quindi ecco la mia scelta

Surface Pro X
Display: 13 pollici, 2880 x 1920 pixel
CPU/GPU: Microsoft SQ1 e Adreno 685
Memoria interna: 256 GB
RAM: 16 GB
Connessioni: 2 x USB-C, Nano-Sim, Surface-Connect
Dimensioni: 287 x 208 x 7,3 mm
Peso: 774 g

Superficie Pro X (13 ", Microsoft SQ1, 16 GB, 256 GB, LTE)
1523.–
Microsoft Superficie Pro X (13 ", Microsoft SQ1, 16 GB, 256 GB, LTE)

Pixel Slate
Display: 12,3 pollici, 3000 x 2000 pixel
CPU/GPU: 8th Gen Intel Core m3
Memoria interna: 64 GB
RAM: 8 GB
Connessioni: 2 x USB-C
Dimensioni: 291 x 202 x 7 mm
Peso: 731 g

Cosa sanno fare come tablet?

Il Surface (a destra) ha i bordi leggermente più sottili.
Il Surface (a destra) ha i bordi leggermente più sottili.

Il Pixel Slate e il Surface Pro X hanno quasi le stesse dimensioni. Anche il peso è simile senza la tastiera. Sono sorprendentemente leggeri per queste dimensioni. Il Surface ha un display più grande di quasi un pollice. In cambio, lo Slate ha una risoluzione leggermente superiore, che non si nota nella pratica.

Sia in modalità orizzontale che verticale, lo Slate e il Surface sono enormi per essere dei tablet. Non userei nessuno dei due dispositivi fuori casa per guardare video o altro. A casa, però, le dimensioni sono pratiche. Che si tratti di navigare sul divano o di guardare una serie sul cross trainer, i grandi display rendono entrambe le cose più piacevoli. Con il Surface, però, ci si rende subito conto che Windows non può competere con un Chromebook in modalità tablet. Le icone nella barra delle applicazioni sono troppo piccole e se si imposta lo zoom al 250%, tutto il resto è troppo grande. Il centro di notifica è troppo ingombrante per me e non offre abbastanza opzioni di interazione. Per la condivisione di notizie o immagini non c’è paragone per ChromeOS con Windows, e ogni volta che si passa dalla modalità tablet a quella desktop, le app che c’erano precedentemente a schermo intero si separano. Questo mi ricorda la pubblicità pop-up dei primi tempi di Internet.

Le icone sul Surface (a sinistra) sono un po' troppo piccole per il funzionamento touch.
Le icone sul Surface (a sinistra) sono un po' troppo piccole per il funzionamento touch.

Il Chromebook è più intuitivo nel suo funzionamento. ChromeOS non è stato originariamente progettato per i tablet, ma Google ha fatto un lavoro migliore con il passaggio. Molto di questo ha a che fare con le app. Infatti, sul Chromebook, è possibile scaricare applicazioni dal Google Play Store. Non sono ottimizzati specificamente per il Chromebook, ma funzionano sorprendentemente bene.

Lo Slate (sopra) è più stretto, ma leggermente più lungo.
Lo Slate (sopra) è più stretto, ma leggermente più lungo.

Se usi il nuovo browser Edge sul Surface, puoi installare siti web come app. Sembrano quasi app classiche, anche se in realtà sono solo link. Questo le rende molto più facili da usare, dato che posso cambiare tra Netflix, YouTube e il Calendario Google molto più velocemente. Netflix ha anche un'app ufficiale nel Windows Store, ma questa è un'eccezione. Se sei come me e ti affidi a molti servizi Google, allora sei svantaggiato.

La soluzione app web è intelligente.
La soluzione app web è intelligente.

Quello che mi preoccupa del Surface è che la rotazione dello schermo è troppo lenta e il passaggio delle applicazioni tramite il tab manager non sembra molto fluido. Le animazioni sul Chromebook sono più pulite, anche se il Surface è in vantaggio nelle prestazioni. Anche il tablet di Microsoft si muove a scatti di tanto in tanto e a volte la tastiera si apre solo quando si preme l'icona corrispondente.

In generale, entrambi i dispositivi non sembrano perfettamente ottimizzati.

Punti per lo Slate

Consumo mediatico

La lettura dei fumetti funziona in modo subottimale sul Surface a seconda dell'app.
La lettura dei fumetti funziona in modo subottimale sul Surface a seconda dell'app.

Leggo le riviste su pocket mags. L'app è disponibile sia per Android che per Windows. Funziona perfettamente su entrambi i dispositivi. Per i miei fumetti, però, non è così. Li compro su Google Play Books. Sul Chromebook, l'applicazione funziona perfettamente. Sul Surface devo ricorrere alla versione web. Ma lì ho il problema che non posso voltare pagina, ma solo scrollare. Per me non va. Scrollare è per i PDF, ma non per l'ultimo numero di «Black Hammer».

Le riviste, invece, si leggono ugualmente bene su entrambi i dispositivi.
Le riviste, invece, si leggono ugualmente bene su entrambi i dispositivi.

La situazione migliora con film e serie. L'app Netflix funziona molto meglio e offre anche HDR e Dolby Atmos. Sul Chromebook, senza una VPN, ci vuole una vita perché l'app finisca di caricarsi. In compenso, HBO e Disney+ non hanno alcun problema. Anche qui, sul Surface, devo ricorrere alle applicazioni web, che funzionano abbastanza bene.

Poiché l'app VPN non è installabile sul Surface, devo ricorrere alla soluzione integrata di Windows.
Poiché l'app VPN non è installabile sul Surface, devo ricorrere alla soluzione integrata di Windows.

Il problema con il Surface è la VPN di cui ho bisogno per HBO e altro. Posso scaricare e installare l'applicazione ExpressVPN, ma ricevo un messaggio di errore quando la avvio. Questo succede con molti programmi Windows. Solo pochi programmi sono compatibili con i processori ARM. Ma di solito lo si nota solo per tentativi ed errori. A volte fallisce quando si apre il file, a volte quando si installa, a volte quando si avvia. Ma torniamo alla VPN. Il mio workaround è usare la funzione VPN di Windows. Tuttavia, nel fare ciò, devo configurare ogni posizione del server che voglio individualmente. Dopo di che, la VPN può essere selezionata come una rete WiFi. I server funzionano in modo meno affidabile in questo caso. L'app ExpressVPN sul Chromebook è molto più semplice.

Punti per lo Slate

Input con penna

La Pixel Pen (sotto) è meno pratica della Surface Pen.
La Pixel Pen (sotto) è meno pratica della Surface Pen.

Quando si tratta di input da penna, non c'è gara: Microsoft è il leader assoluto del settore. Google offre uno stilo per lo Slate, ma la mancanza di supporto per le app lo rende praticamente inutilizzabile. Che sia nell'app Keep di Google o nelle poche che puoi trovare nello Store, l'input a penna è troppo impreciso o le app sono troppo povere di funzioni. Inoltre, pochi sono disponibili su altri sistemi, il che è essenziale per me. OneNote è disponibile solo in una versione ridotta che non offre nemmeno il riconoscimento della scrittura a mano. Inoltre, non c'è nessun posto dove riporre lo stilo o attaccarlo magneticamente al dispositivo.

Sul Surface Pro X, l'input tramite penna è un sogno. Non solo la penna può essere riposta elegantemente nella tastiera, ma si adatta meglio alla mano e ha pratiche funzioni di scorciatoia grazie al pulsante cliccabile. Una volta che ci lavori in OneNote o in qualsiasi app di disegno, ti rendi conto della differenza ancora di più. Sono mondi separati tra Microsoft e Google. La Surface Pen è un sogno.

Punti per il Surface

Produttività

Lo Slate (a sinistra) occupa leggermente più spazio con la tastiera rispetto al Surface.
Lo Slate (a sinistra) occupa leggermente più spazio con la tastiera rispetto al Surface.

Il Surface Pro X è pensato per il lavoro, e si vede. A parte l'eccellente supporto della penna, la tastiera fa centro. All'inizio non ero un fan della tastiera traballante in Alcantara, ma mi ci sono abituato rapidamente. Si digita sorprendentemente bene su questo piccolo dispositivo. È resistente, così puoi passare da una modalità all'altra in un attimo. A volte sulle ginocchia, a volte sul tavolo, a volte con il supporto ripiegato, a volte senza tastiera. E quando si tratta di multitasking, Windows è sempre Windows. Non c'è niente di cui lamentarsi. Inoltre, tutto gira un po' più fluido sul Surface.

I tasti rotondi dello Slate non sono ottimali per la digitazione.
I tasti rotondi dello Slate non sono ottimali per la digitazione.

Uno svantaggio è ancora la mancanza di supporto per i programmi a 64 bit. Non posso nemmeno usare l'e-banking della Banca Migros. Il supporto di Windows Hello, cioè Face Unlock, è di nuovo positivo. Questo funziona anche con la mia applicazione di password Keepass, con il plugin appropriato.

Anche la tastiera su schermo è migliore sul Surface. All'inizio sembra fatta per gli anziani, ma i tasti grandi rendono la digitazione molto più veloce.

La tastiera Surface per anziani è chiaramente la scelta migliore.
La tastiera Surface per anziani è chiaramente la scelta migliore.

Si può anche lavorare bene con il Chromebook, ma la tastiera che lo accompagna è un po' più scarsa. Da un lato, i tasti rotondi sono troppo piccoli, quindi posso digitare meno velocemente; dall'altro, è ancora più traballante di quella del Surface. E poiché lo Slate non ha un supporto, la tastiera deve fungere anche da tale. Questo la rende poco maneggevole.

Entrambi i dispositivi sono più o meno uguali per quanto riguarda la navigazione. Quello che mi piace del Chromebook, però, è che sul browser Chrome la barra degli indirizzi scompare automaticamente quando si scorre. Questo dà più spazio.

Punti per il Surface

Gaming

Sullo Slate (a sinistra) è possibile installare giochi migliori.
Sullo Slate (a sinistra) è possibile installare giochi migliori.

Puoi praticamente dimenticare i giochi sul Surface. Lo Store offre poco oltre a «Candy Crush», «Asphalt» e «Minecraft». Puoi installare Steam, ma non farà funzionare praticamente nessun gioco: o non si può installare o non parte. Da me ha funzionato solo «Card Hunter». Nient'altro. Servizi di streaming come Stadia o Geforce Now sarebbero utili, ma purtroppo Stadia non è disponibile qui e Geforce Now non può essere installato. L'app manca anche sul Chromebook.

Il Windows Store non offre niente di decente per i gamer.
Il Windows Store non offre niente di decente per i gamer.

Il Chromebook può contare sul Google Play Store per questo, che ha innumerevoli giochi che funzionano anche sullo Slate.

Sono anche riuscito a installare Steam per Linux. Questo aggiunge un'altra decente ondata di giochi al mix. Non gira molto velocemente sul mio modello Intel-i3, ma è sufficiente anche per «Besiege» a 30 fps.

Punti per lo Slate

Fattore di sperimentazione

Le applicazioni Linux sono relativamente facili da installare sullo Slate.
Le applicazioni Linux sono relativamente facili da installare sullo Slate.

Non voglio fare il root al mio tablet o installare un sistema operativo alternativo, ma voglio fare di più che scaricare applicazioni dallo Store. Ho bisogno del mio spazio. Questo è anche uno dei motivi per cui l'iPad sta solo prendendo polvere in casa mia. Il Chromebook offre il miglior prerequisito per questa necessità. Puoi anche attivare Linux su di esso. La modalità è ancora in beta, ma offre agli sviluppatori di software o agli hobbisti come me ulteriori modi per utilizzare il dispositivo. Per esempio, sono stato in grado di installare il browser Brave. Anche questo è disponibile nello Store, ma è la versione per Android. Se vuoi la variante Linux, devi installarla tramite il terminale Linux.

Steam è più interessante. Sono riuscito a far funzionare anche questo dopo alcuni tentativi ed errori. Principalmente, ho dovuto aggiornare il Linux virtuale con il comando: sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade A differenza del Surface, posso anche installare più di un gioco sul Chromebook. Niente che richieda molta potenza e tutto si carica anche abbastanza lentamente, ma funziona.

Steam funziona su entrambi i dispositivi, ma i giochi si possono installare quasi solo sullo Slate.
Steam funziona su entrambi i dispositivi, ma i giochi si possono installare quasi solo sullo Slate.

È un peccato, però, che non è possibile fare il sideload delle app sul Chromebook così facilmente come su altri dispositivi Android. Per fare questo, è necessario passare alla modalità sviluppatore e disabilitare la verifica del sistema operativo. Tuttavia, così facendo si resetterà il sistema e Google non sarà più in grado di garantire la sicurezza del dispositivo. È troppo lavoro per i miei scopi.

Il Surface offre meno margine di manovra. Dal momento che è un dispositivo Windows 10, si hanno più programmi tra cui scegliere, ma la maggior parte di essi probabilmente non sarà mai resa compatibile per ARM.

Ma dopo tutto, il workaround con le app web tramite il browser Edge è qualcosa.

Punti per lo Slate

Conclusione

Il Surface Pro X è certamente il dispositivo più bello con i suoi bordi sottili.
Il Surface Pro X è certamente il dispositivo più bello con i suoi bordi sottili.

Il Chromebook vince il confronto con un netto 4-2. Questo riflette anche la mia sensazione personale. Mentre il Surface Pro X è senza dubbio il dispositivo più elegante, sia nella gestione che nell'uso, il Chromebook è il miglior tablet.

Offre molta più flessibilità attraverso le applicazioni Android. Inoltre, le app sul display touch sono più facili da usare rispetto alle web app o ai normali programmi sul Surface. Aggiungiamo a questo il fatto che il mio Slate entry-level costa meno della metà del prezzo del più economico Surface Pro X, tastiera inclusa.

Tuttavia, quando si tratta di input tramite penna, il Surface è il campione indiscusso. Usare la penna è un sogno. Sullo Slate, sono soldi buttati.

Tutto sommato, nonostante i suoi difetti, il Pixel Slate è il mio tablet preferito. Tuttavia, se Microsoft dovesse rilasciare un Surface Book quest'anno che è sottile come il Pro X e posso installare programmi Windows su di esso, scambierei il mio notebook e il mio Slate in un batter d'occhio e finalmente vivrei il sogno di avere un dispositivo multifunzionale.

A 15 persone piace questo articolo


Philipp Rüegg
Philipp Rüegg

Senior Editor, Zurigo

Vado matto per il gaming e i gadget vari, perciò da digitec e Galaxus mi sento come nel paese della cuccagna – solo che, purtroppo, non mi viene regalato nulla. E se non sono indaffarato a svitare e riavvitare il mio PC à la Tim Taylor, per stimolarlo un po' e fargli tirare fuori gli artigli, allora mi trovi in sella del mio velocipede supermolleggiato in cerca di sentieri e adrenalina pura. La mia sete culturale la soddisfo con della cervogia fresca e con le profonde conversazioni che nascono durante le partite più frustranti dell'FC Winterthur.

Informatica

Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.


Potrebbero interessarti anche questi articoli