Non sei connesso a internet.
Corporate logo
VideogiochiRitratto 84134

Gamer di una certa età: non c’è tempo per giocare a Jass, saccheggiare va di moda

Chiunque chieda ai propri genitori o nonni quale sia il loro hobby, riceve spesso come risposta fare escursioni, giocare a Jass oppure giardinaggio. L’occupazione nel tempo libero di Edith Pfiffner è piuttosto inusuale per la sua fascia d’età e si lascia riassumere in tre lettere: WoW.

Ogni anno il numero di giocatori aumenta. Tuttavia, questo hobby viene spesso criticato: il gioco è qualcosa per bambini, malsano, una perdita di tempo. Il fatto che l'età media sia superiore ai 30 anni non cambia i pregiudizi. Soprattutto per le persone anziane che sono cresciute in tempi in cui i videogiochi non esistevano nemmeno, per non parlare del mainstream, i giochi digitali non sono molto popolari. Edith Pfiffner dimostra che può essere anche un hobby divertente per gli anziani.

Edith è la madre di Steeve Pfiffner, che lavora nel nostro servizio clienti. In un primo momento noi, o meglio il mio collega Anadi Singh che ha iniziato la storia, abbiamo cercato esternamente un giocatore senior. Dopo essersi reso impopolare con le sue indagini in tutte le case di riposo della Svizzera tedesca, abbiamo provato internamente, con la promessa di un nuovo PC. Il pacchetto completo è sponsorizzato da Asus, che spera in una pubblicità con una clientela lucrativa. Per me va bene, così Steeve è venuto da noi e ci ha parlato della sua mamma appassionata di «World of Warcraft». Perfetto, penso, e gioco per una volta a fare il postino e portare hardware per PC del valore di oltre 2000 franchi a Untervaz, nei Grigioni. Il tempismo non poteva essere migliore per Edith. Il suo PC di otto anni ha recentemente esalato il suo ultimo respiro.

Come tutto ebbe inizio

Due gamer in famiglia: Edith e suo figlio Steeve.

Appena in tempo per la nuova espansione «World of Warcraft – Battle for Azeroth», la 65enne può tuffarsi nuovamente in battaglia con la sua nuovissima e coloratissima macchina da gioco lampeggiante. Il primo contatto con l'MMO di Blizzard risale a 13 anni fa; da allora è rimasta fedele al mondo fantasy, conosciuto grazie a suo figlio Steeve. Tuttavia non è stato amore a prima vista. «Guardavo Steeve mentre giocava di tanto in tanto. A un certo punto ho chiesto se potevo creare il mio personaggio». Steeve era felice di accontentarla. «Ero completamente sopraffatta dai controlli. Il mouse non mi seguiva e il 3D era qualcosa di completamente nuovo per me. Ho rinunciato dopo 15 minuti», spiega Edith ridendo. Era il 2004, subito dopo il lancio di World of Warcraft. Dopo di che, ha lasciato perdere per un anno.

Tuttavia, il desiderio di giochi per computer era già stato risvegliato, e così ha provato un altro MMO che Steeve stava giocando a quel tempo: «Ragnarok». «Steeve ha sempre fatto buone presentazioni», ci dice lanciando un’occhiata al figlio. Spesso giocavano insieme. In «Ragnarok» la grigionese ha anche conosciuto molti giocatori più anziani. Quando la popolarità di Ragnarok iniziò a diminuire e «World of Warcraft» iniziò a dominare il mercato, Edith e i suoi nuovi amici si trasferirono finalmente ad Azeroth. «La seconda volta sono rimasta stupita della velocità con cui ho imparato i controlli». Naturalmente suo figlio Steeve era di nuovo lì per aiutarla. «Ho avuto una mamma gamer ed è stato piuttosto figo», ricorda. «Altre madri si occupavano solo della famiglia, ma noi abbiamo giocato insieme», dice Steeve. «Ricordi quando eravamo in un dungeon e tu hai detto quella è mia mamma?», chiede Edith ed entrambi sorridono. Steeve apprezza ancora oggi il fatto che sua madre è una delle poche persone in grado di comprendere la sua passione. «Ogni tanto discutiamo di WoW a cena invece che nella vita quotidiana», dice Steeve. È divertente.

Edith possiede numerosi personaggi diversi. Eccola qui con la sua strega.

A proposito di mangiare: grazie alla sua nuova passione, è diventata più comprensiva se Steeve non viene subito a tavola quando viene chiamato. «Prima c’erano sempre litigi. Appena ho iniziato anche io a giocare, ho capito che non si può semplicemente correre via nel bel mezzo della partita». Quindi hanno concordato che non si può iniziare un’istanza quando è quasi pronta la cena.

Edith pensa che sia importante confrontarsi con gli hobby dei propri figli. «Mi sono sempre interessata di quello fanno i miei figli». Molti genitori non sanno cosa fanno i loro figli e questo può essere pericoloso. Dovrebbero sedersi accanto a loro e vedere a cosa giocano.

Appassionata di WoW

In «World of Warcraft» Edith mostra come si fa.

Da quando Edith ha trovato la sua strada in WoW nel 2005, non ha più lasciato il gioco, giocando intensamente ogni espansione. Il bilancio di 13 anni di WoW: 20 personaggi al livello 110. Sicuramente, dalla nostra conversazione avrà raggiunto il nuovo livello massimo di 120. Orda o Alleanza, voglio saperlo, naturalmente, da chi ha giocato il gioco eccessivamente in passato. «Io gioco entrambe le fazioni, ma soprattutto Alleanza. Le città dell'Orda sono troppo confuse per me. Anche la nuova città Zuldazar è di nuovo completamente caotica», è la sua fragile spiegazione del perché preferisce la debole Alleanza (ho già detto che giocavo nell’Orda?).

Edith con il suo Flugmount ardente

Quando non sta lavorando al suo quest log, insegue i successi, che si sbloccano quando vengono soddisfatte determinate condizioni. A volte devi uccidere un certo numero di nemici in un tempo determinato, altre volte devi trovare tesori perduti o devi prendere un pesce a Orgrimmar – un compito non facile se fai parte dell’Alleanza. «Ho aspettato che un'importante partita di Coppa del Mondo fosse trasmessa in TV e poi sono entrata di nascosto», dice Edith orgogliosa. Nessun successo è troppo difficile per lei, ed è sempre orgogliosa quando riesce di nuovo a superare una sfida. Istanze e incursioni, le aree in cui si gioca con piccoli e grandi gruppi, non fanno per lei. Tuttavia, si rammarica ancora oggi di non aver mai potuto assistere a un leggendario raid dei 40 di quel tempo. Per questo motivo è particolarmente attratta dall'idea dell'annunciato server WoW-Vanilla.

Hai provato altri giochi in tutti questi anni? «Certo. Ho sempre consigliato a Steeve nuovi giochi come ad esempio ‹Il Signore degli Anelli online›, ma lui non rimane a lungo in un gioco. Io sono rimasta fedele a WoW».

Poca comprensione

Solo in pochi della stessa età possono capire l’hobby di Edith.

Hans, suo marito, può solo scuotere la testa. «Un fissato era già abbastanza in famiglia», disse all’inizio, racconta Edith sorridendo. «Lui ha bisogno del PC per informazioni, per pianificare viaggi e navigare nei forum», i giochi per computer non lo hanno mai attirato. Ma anche se non ha alcun interesse per il gioco, non si è mai veramente preoccupato che sua moglie trascorra gran parte del suo tempo libero in un mondo fantastico virtuale. «Ho cercato di persuadere gli amici, ma mi dicono no, no e no, non voglio avere niente a che fare con tutto ciò». Non osano farlo, pensa Edith. «Sei diventata dipendente», le dicono spesso. «Che io mi sieda davanti al TV o al PC non ha importanza». Vede la televisione come una maggiore fonte di pericolo. «Quando dico che vado a casa a guardare un altro film, nessuno reagisce. Ma quando dico che vado a saccheggiare per raccogliere risorse, vedo volti scomposti che non riescono a capire». Perché stare incollati al televisore come delle piante è assolutamente comprensibile. Giocare, d'altra parte, è molto più attivo. Edith è convinta: «Si rimane in movimento. Giocando devi pensare a molte cose contemporaneamente».

Inoltre, in qualità di pensionata, ha molto tempo libero. Di solito è online tra le 20 e le 22 e quando fa brutto tempo si collega anche durante il giorno. Ma questo non vuol dire che passa tutto il tempo davanti al computer. «Di giorno siamo spesso in giro e la sera, quando mio marito gurada i suoi documentari sull’Alaska, io gioco a WoW».

Amicizie che durano

Quasi giornalmente, Edith è online e si prende cura delle sue amicizie.

Quello che molti anziani non sanno è quanto possano essere comunicativi i giochi online. «La comunicazione davanti al televisore è troppo breve». D'altra parte, Edith conosce sempre nuove persone online, molte delle quali hanno la sua età.

Incontrare gente online è anche molto più semplice. «Alla nostra età, non ti piace uscire la sera, e quando stai seduto, stai seduto». WoW ti permette di incontrare amici in tutto il mondo. Molte di queste conoscenze esistono da anni. Edith è già andata in Germania per incontrare una compagna di gilda e ha già avuto una visita a Untervaz.

Le relazioni si coltivano, e se qualcuno improvvisamente non si mette in contatto con te, inizi a preoccuparti. «Poi tutti si chiedono se ha smesso, che cosa è successo? Soprattutto con i giocatori della mia età, non si sa mai quando spariranno senza dire una parola…». Nella maggior parte dei casi, tuttavia, si tratta di ritiri freddi e molto spesso i giocatori riappaiono altrettanto improvvisamente come sono scomparsi.

Edith non ha intenzione di smettere. Sarebbe un peccato anche per il nuovo PC. Fino a quando Blizzard continuerà ad aggiornare «World of Warcraft», non ha motivo per voltare le spalle ad Azeroth.

Anche nella tua famiglia ci sono dei gamer anziani? O sei proprio tu a far parte di questa categoria? Contattaci. Ci piacerebbe realizzare altre interviste con gente più matura che ha questo hobby.

A proposito: ecco il nuovo setup gaming di Edith

  • ROG Huracan G21CN-CH021T (Intel Core i7-8700, 16GB, SSD, HDD)
  • ROG Huracan G21CN-CH021T (Intel Core i7-8700, 16GB, SSD, HDD)
  • ROG Huracan G21CN-CH021T (Intel Core i7-8700, 16GB, SSD, HDD)
CHF 1849.–
ASUS ROG Huracan G21CN-CH021T (Intel Core i7-8700, 16GB, SSD, HDD)
2

Disponibilità

Invio postale

  • circa 3–4 settimane

Ritiro

  • Tutte le filiali: circa 2–3 settimane

Solo se ordini immediatamente.
Tutte le informazioni senza garanzia.

Visualizza i dettagli

  • VG278Q (27", 1920 x 1080 pixel)
  • VG278Q (27", 1920 x 1080 pixel)
  • VG278Q (27", 1920 x 1080 pixel)
A
Efficienza energetica
A
CHF 318.–gioco incl.
ASUS VG278Q (27", 1920 x 1080 pixel)
8

Disponibilità

Invio postale

  • Più di 10 pezzo(i)
    nel nostro magazzino

Ritiro

  • Basilea: domani alle 12:30
  • Berna: oggi alle 17:00
  • Dietikon: oggi alle 17:15
  • Ginevra: domani alle 14:00
  • Kriens: domani alle 13:00
  • Losanna: domani alle 12:30
  • San Gallo: domani alle 13:00
  • Winterthur: domani alle 12:00
  • Wohlen: oggi alle 16:00
  • Zurigo: oggi alle 17:30

PickMup

Solo se ordini immediatamente.
Tutte le informazioni senza garanzia.

Visualizza i dettagli

  • ROG Strix Flare (USB, CH, Cavo, Ciliegio MX Marrone)
  • ROG Strix Flare (USB, CH, Cavo, Ciliegio MX Marrone)
  • ROG Strix Flare (USB, CH, Cavo, Ciliegio MX Marrone)
CHF 169.–
ASUS ROG Strix Flare (USB, CH, Cavo, Ciliegio MX Marrone)
8

Disponibilità

Invio postale

  • 6 pezzo(i)
    nel nostro magazzino

Ritiro

  • Basilea: domani alle 12:30
  • Berna: oggi alle 17:00
  • Dietikon: oggi alle 17:15
  • Ginevra: domani alle 14:00
  • Kriens: domani alle 13:00
  • Losanna: domani alle 12:30
  • San Gallo: domani alle 13:00
  • Winterthur: domani alle 12:00
  • Wohlen: oggi alle 16:00
  • Zurigo: oggi alle 17:30

PickMup

Solo se ordini immediatamente.
Tutte le informazioni senza garanzia.

Visualizza i dettagli

  • ROG Gladius II Origin (Cavo)
  • ROG Gladius II Origin (Cavo)
  • ROG Gladius II Origin (Cavo)
CHF 89.–
ASUS ROG Gladius II Origin (Cavo)
6

Disponibilità

Invio postale

  • 8 pezzo(i)
    nel nostro magazzino

Ritiro

  • Basilea: domani alle 12:30
  • Berna: oggi alle 17:00
  • Dietikon: oggi alle 17:15
  • Ginevra: domani alle 14:00
  • Kriens: domani alle 13:00
  • Losanna: domani alle 12:30
  • San Gallo: domani alle 13:00
  • Winterthur: domani alle 12:00
  • Wohlen: oggi alle 16:00
  • Zurigo: oggi alle 17:30

PickMup

Solo se ordini immediatamente.
Tutte le informazioni senza garanzia.

Visualizza i dettagli

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Il <strong>professionista di «PUBG»</strong> svizzero che vola sul podio
VideogiochiRetroscena

Il professionista di «PUBG» svizzero che vola sul podio

«Cyberpunk 2077»: da tempo non mi eccitavo così tanto dopo una demo
VideogiochiPresentazione di prodotti

«Cyberpunk 2077»: da tempo non mi eccitavo così tanto dopo una demo

User

Philipp Rüegg, Zurigo

  • Teamleader Odin
Vado matto per il gaming e i gadget vari, perciò da digitec e Galaxus mi sento come nel paese della cuccagna – solo che, purtroppo, non mi viene regalato nulla. E se non sono indaffarato a svitare e riavvitare il mio PC à la Tim Taylor, per stimolarlo un po' e fargli tirare fuori gli artigli, allora mi trovi in sella del mio velocipede supermolleggiato in cerca di sentieri e adrenalina pura. La mia sete culturale la soddisfo con della cervogia fresca e con le profonde conversazioni che nascono durante le partite più frustranti dell'FC Winterthur.

84 Commenti

3000 / 3000 caratteri

User hosae

Meine Mum spielt unglaublich gerne die bescheuerten Games auf Facebook, Candy Crush Saga und Co.

Zählt das?

12.09.2018
User Philipp Rüegg

Nein, einfach nein 🙈

12.09.2018
User Spl4tt

Hahahaha

12.09.2018
User Anonymous

lol, ich bin 34, noch nicht Senior aber gamend und ich kann mir vorstellen, als Senior auch noch zu gamen, warum nicht? :-) Computer und Gamen gehört einfach zusammen, heute besser denn je.

Mein Vater spielt auch nur Jassen etc. Ich habe ihm mal CounterStrike GO und Battlefield gezeigt und es reizte ihn, das auch zu spielen, aber er kann es nicht.

Wenn man nicht damit aufgewachsen ist, ist es wohl schwierig, das zu lernen, eigentlich ist es einfach, aber für so ein älterer Mensch nicht,KA

12.09.2018
User Anonymous

Da überreded man sich mal bei so einer tollen digitec Story eine Meinung abzugeben, schliesslich seit ihr jetzt ja alle Autoren geworden und erhält gleich eine -1, wobei ein anderer für einen völlig sinnfreien Kommentar +9 erhält. Das war das letzte Mal, das ich hier etwas zu irgendetwas sage!

für die meisten älteren sind unsere Spiele zu, schaut mal einem älteren Mensch am Cpmuter zu, nur schon wie die die Maus bewegen, sooo lame und schlecht, scheinen einfach damit überfordert zu sein

12.09.2018
User Anonymous

Kommentar gelöscht. Bitte halte dich an die Community-Regeln.

12.09.2018
Rispondi
User eichof99

Meine Mutter 71 Jahre jung. GTA Online Level über 600 und jetzt kommts, sie heisst auch Edith ^^.

13.09.2018
User Buellerist

Hallo Eichhof99
Für eine Sendung zum Thema Gamen suchen wir bei Einstein genau solche Kaliber wie deine Mutter und würden sie gerne kennen lernen. Wenn das möglich ist, meld dich doch auf inputeinstein@srf.ch

31.10.2018
Rispondi
User _saem_

Ich feiere sie. Meine Mum spielt dafür Solitär. xD

12.09.2018
User Fulio

Wenn mein Vater mit mir (32ig) begeistert über CS GO am Mittagstisch in Zürich diskutieren kann, welcher mit Jahrgang 59 seit 2 Jahren CSGO spielt, wir im Anzug gekleidet über einen misslungenen B rush auf Mirage lachen und die umliegenden Personen die Welt nicht verstehen. Moments like these!!!!!

13.09.2018
User Christian Walker

Also die Favs meines Vaters sind Mario Tennis und Super Smash Brothers auf dem N64 den ich beim Auszug da gelassen habe. phaha

12.09.2018
User Santana2

Toller Bericht, man sollte sich heute echt nicht mehr verstecken müssen als Gamer, ob alt oder Jung.

12.09.2018
User ExtraTNT

Wie wird es in 50, 60 jahren aussehen?, wird dann die jugend wandern gehen und uns überreden auch mal raus zu gehen... und wir werden dann es verwerflich finden raus zu gehen und nur wenige werden es machen... ;)

12.09.2018
User KevRWL

Gute Frage.. 🤷‍♂

12.09.2018
Rispondi
User realmatrix

Hi
Ich (59) habe 1985 mit Spielen begonnen (Tetris), ich habe noch ca. 50 Spiele in der Vitrine.
Was soll das Theater mit den 50+, ohne diese würde es die Spieleindustrie gar nicht geben.
Freue mich bereits auf "Battlefield V"

14.09.2018
User phaupt

Es ist wirklich schade, wie man sich als Gamer auch heute noch manchmal rechtfertigen muss. Edith hat diese Problematik ziemlich gut auf den Punkt gebracht!

13.09.2018
User Elko76

Meine Mum ist 71 und spielt seit 20 Jahren Age of Empires

20.09.2018
User Anonymous

Deine Mutter hat guten Geschmack!

18.10.2018
Rispondi
User Rumpli

Mein Bruder, meine Mam und ich haben früher jeweils gemeinsam Pokemon oder Zelda gespielt. Mittlerweile leben wir nicht mehr in einem Haushalt - jedoch ist bei allen die Liebe zu den Spielen wie Zelda geblieben. Bei Besuchen muss man als Sohnemann ab und zu mal die ganz schweren Level lösen :D

12.09.2018
User danbla69

Oja WOW, unzählige Stunden Grinden, Questen Dungeons und Raids. Leider wurde die Kommunity immer mühsamer. Wenn wer ne ernsthafte Frage stellte, kamen fast nur noch blöde Antworten. War früher anders. Das neueste Adddon hab ich mir gespart. Aber wer weiss, wenn bei Diablo nicht bald was geht und die Klassikserver tatsächlich online gehen. Wieso nicht.

12.09.2018
User mortagius

finde ich sehr cool. lustigerweise habe ich in meiner gilde ebenfalls 2 silver gamer. mein onkel 58 und ein bekannter mit 68 die beide mit uns world of warcraft spielen. wit hatten. gestern kurz das thema eine gilde für sie zu finden die nur aus 50+ spielern besteht.

13.09.2018
User -Spooky-

"silver gamer"

Nette Umschreibung.

15.09.2018
Rispondi
User vauxie

Mein Mage hat praktisch das selbe Tmog, cool!

12.09.2018
User michaelköl

Ich habe 1989 mit Spielen begonnen und werde es im Jahr 2039 als 65-Jähriger bei guter Gesundheit sicher immer noch tun :-)

13.09.2018
User ch4ot

Meine Eltern spielen, ganz ihrem Alter gerecht, NES

14.09.2018
User rowen

Hallo Gemeinde, ich bin 52 und zocke zur Zeit Zeit 1-3 Std. täglich Rocket League. 😁 Bin kurz vor Expert und das freut mich wenn es so weit ist. Ich game seid der ersten Spielkonsole die es gab so vermute ich 1982. Heute ist es eine XBox One mit 50" Leuchter. 😁 Schöne Grüsse aus Bern rowen@bluewin.ch

19.09.2018
User Elexys

Dä Artikel muess i grad mim Mami schicke :)

21.09.2018
User Glaundrim69

Ich habe früher mit meinen Eltern die alten Lucas Arts Adventures gezockt, besonders Indiana Jones and the Last Crusade, haben wir geliebt. Mein Vater zockt inzwischen nur noch Wimmelbilder :(

12.09.2018
User KosuU

Nichts neues ich hab schon von leuten gehört wo die ganze Familie zusammen raidet (3 Generationen)

14.09.2018
User Andi.K

Ich habe zwar keine Mutter die Zockt ,aber ich sage immer solange ich am PC spiele , bin ich nicht in irgendeinem drekigen Ort mit irgendwelchen Drogen. Es könnte auch schlimmer sein.

15.09.2018
User meninosousa

my father still beats me in age of empires(I, II and III), since i got my first network cards (long time ago)

21.09.2018
User Tocimog

Genial... ich spiele selber seit 2011 WOW. Ich kann das nachvollziehen👍👍eifach nume suuuper... viel Freude noch und gut Loot😄

26.09.2018
User Tocimog

Also bin auch Gildenoma mit 54😂😂

26.09.2018
Rispondi
User Macromancer

Zu toll Edith! :) Viel Spass und Gute Beute in BfA

27.09.2018
User starke87

Server? Ich will denke ich werd Fanboy 😅

12.09.2018
User debär

Hani Muetter ghört? 😅*ish nöd böss gmeint*

12.09.2018
User Wasimov80

Mein Vater gamet wie verrückt ( hat ja auch zeit dazu) er ist 68 und beim world of tanks / world of warships kaum zu schlagen. Nebenbei noch diverse rpg's und strategiegames. Und der hätte das lineup wohl dringender nötig als die liebe edith😁😌

13.09.2018
User Buellerist

Hallo Wasimov
Für eine Sendung zum Thema Gamen suchen wir bei Einstein ältere, anfefressene Gamer. Könntest du mir seinen Kontakt auf inputeinstein@srf.ch angeben. Wäre super.

31.10.2018
Rispondi
User xMuhash

Meine Oma spielte immerzu "Bejeweld" oder Angry Birds am PC. Mein Grossvater hingegen war jeweils zuerst vor der Playstation 2 und danach auf der Playstation 3 zu finden. Er spielte das eigentlich nur Ballergames wie CoD oder Battlefield.

19.09.2018