/e/OS: il Fairphone senza Google
Novità e trendSmartphone

/e/OS: il Fairphone senza Google

Dominik Bärlocher
Zurigo, il 08.05.2020
Traduzione: Leandra Amato
Il Fairphone si distacca da Google – almeno in parte. Oltre alla normale versione Google dei telefoni, sul mercato esistono ora anche versioni che funzionano senza Google Services.

«Your data is your data», dichiara la /e/ Foundation. E questo piace a sviluppatori e stakeholder di Fairphone. Ecco perché il Fairphone 3 è ora dotato di /e/OS. Questa versione Android è completamente priva di software Google.

App Google senza servizi Google

/e/OS si basa su LineageOS, nato dal fallito CyanogenMod. La decisione su quale software dovrebbe utilizzare Fairphone è stata presa ad Amsterdam, Paesi Bassi. Lo ha deciso la community di fan dello smartphone riparabile.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Particolarità di /e/OS: mancano i Google Mobile Services (GMS). Consapevolmente. Infatti, /e/OS crede in Android, ma non vuole compromettere la tua privacy. Tuttavia, per assicurarsi che le app Google funzionino, la /e/ Fondazione implementa i servizi di MicroG. MicroG è un progetto aperto che replica i servizi Google, ma senza il trasferimento dei dati a Google. I servizi sono attualmente funzionali, ma non del tutto completi. Finora sono stati riprodotti i seguenti componenti:

  • Service Core: funzionalità di base. Necessarie per eseguire le applicazioni che richiedono i Google Play Services o le Google Maps Android API v2
  • Services Framework Proxy: un proxy per il Service Framework di Google. Necessario per il funzionamento di Google to Device Messaging – comunemente chiamato C2DM.
  • Unified Network Location Provider: consente la geolocalizzazione basata su WiFi e torri di trasmissione. Nota a margine: la funzionalità è integrata nel GMS Core, ma funziona indipendentemente da Google
  • Maps API: supporta l'obsoleta API di Google Maps v1
  • Store (Phoneky): fornisce l'accesso al Google Play Store. Lo sviluppo di questo componente è ancora in fase iniziale

I servizi non sono app

Per una maggiore comprensione: le applicazioni non sono servizi e i servizi non sono applicazioni. Ma le applicazioni hanno bisogno di servizi per funzionare. I servizi vivono un livello al di sotto delle app.

Sopra il layer delle applicazioni, al centro i servizi mobili, sotto il kernel
Sopra il layer delle applicazioni, al centro i servizi mobili, sotto il kernel

I servizi mobili forniscono interfacce di programmazione delle applicazioni, chiamate API (application programming interface), in modo che gli sviluppatori di applicazioni non debbano riscrivere completamente la loro applicazione ogni volta che Google aggiorna qualcosa. Con i servizi mobili un livello sotto il layer dell'applicazione, uno sviluppatore può istruire la sua app a utilizzare le Maps API. Per lavorare con i servizi non dobbiamo considerare Il livello del kernel, che fornisce le funzioni di base del sistema. Quando Google aggiorna i servizi, influenza l’app. Con Google Mobile Services (GMS) un'architettura di sistema si presenta in questo modo:

I servizi mobili sono forniti da Google
I servizi mobili sono forniti da Google

La questione della privacy entra in gioco quando il produttore dei servizi mobili si chiama Google. Il gigante della ricerca rende disponibile Android gratuitamente, ma i servizi sono proprietari. Ciò significa che è possibile creare la propria versione di Android, ma non è necessariamente possibile accedere ai servizi Google. Nel corso degli anni, Google ha creato un mercato che i critici chiamano «gabbia d’oro».

I Google Mobile Services non solo ti offrono molto, ma prendono anche qualcosa da te. Google raccoglie diligentemente i tuoi dati a scopo di analisi e pubblicità.

MicroG elimina tutti i servizi Google dal suo software, sostiutendoli con servizi con le stesse funzionalità, ma senza scopi di analisi e pubblicità.

Micro G sostituisce i servizi Google
Micro G sostituisce i servizi Google

Molte applicazioni funzionerebbero facilmente anche senza i servizi Google. YouTube ne è il primo esempio. Le applicazioni di terze parti come NewPipe possono farlo anche con facilità. Niente pubblicità, niente servizi Google, funzionalità complete.

*NewPipe**: il miglior YouTube per Android
RetroscenaSmartphone

NewPipe: il miglior YouTube per Android

L'importanza dei servizi

Con il progetto MicroG, la community Android fa un passo importante per uscire dal giogo di Google. E dalla sua politica. Infatti, la guerra commerciale tra gli USA e il produttore Huawei dimostra che la tecnologia può diventare rapidamente il giocattolo di interessi politici. L'esempio migliore è il divieto, motivato politicamente, di collaborazione tra Google e Huawei nel maggio 2019, che vieta a Huawei l'utilizzo di GMS.

*Huawei vs. USA**: l'ultima vittima della guerra commerciale tra Cina e Stati Unitivideo
Novità e trendInformatica

Huawei vs. USA: l'ultima vittima della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti

Poi ci sono le preoccupazioni sulla privacy. Google ha davvero bisogno di raccogliere metadati? Dobbiamo davvero lasciarglielo fare?

Gli utenti di Fairphone non ci credono. Fairphone ha ascoltato. MicroG continua a lavorare alla liberazione dalla gabbia dorata.

Il Fairphone è immediatamente disponibile nella versione /e/OS sul sito web della /e/ Foundation. La versione normale di Android è ancora disponibile. Quindi, se vuoi una versione /e/OS, presta molta attenzione alla descrizione del software al momento dell'acquisto.

A 51 persone piace questo articolo


Dominik Bärlocher
Dominik Bärlocher
Senior Editor, Zurigo
Giornalista. Autore. Hacker. Sono un contastorie e mi piace scovare segreti, tabù, limiti e documentare il mondo, scrivendo nero su bianco. Non perché sappia farlo, ma perché non so fare altro.

Potrebbero interessarti anche questi articoli