Non sei connesso a internet.
Corporate logo
SmartphoneNovità e tendenze 4422

Apple WWDC: alcune novità + macOS Mojave

Durante il keynote di Apple alla WWDC non sono stati presentati nuovi dispositivi, come forse qualcuno si aspettava, ma nuove funzionalità. Se ti stai chiedendo cosa puoi aspettarti dall’iOS 12 o dal tuo nuovo Apple Watch, ho le risposte che cerchi.

Le voci si sono sparse: secondo i fan di Apple, che hanno basato questa ipotesi su niente di più che un «sarebbe bello», entro breve avremmo dovuto vedere un nuovo iPhone SE. Nel frattempo, come al solito, Apple non ha lasciato trapelare nulla. Perché quando Apple introduce qualcosa, lo deve fare in grande stile.

Ascolto «Whatever it takes» degli Imagine Dragons dalle casse prima che inizi la trasmissione in diretta. Almeno ho scelto la colonna sonora giusta.

La conferenza stampa si è conclusa pochi minuti fa e finalmente ne sappiamo di più.

La prima battuta non fa ridere

La trasmissione inizia con un applauso fragoroso. Apple riproduce un video promozionale in cui vediamo un jet che atterra. Una voce fuori campo maschile descrive uno strano animale che iberna per 11 mesi e mezzo e migra una volta all'anno: lo sviluppatore.

«We must observe them here, in their sacred temple», dice l'uomo, mentre vengono proiettate immagini dello Steve Jobs Theatre. In italiano, qualcosa tipo: «Dobbiamo osservarli qui, nel loro tempio sacro». Il sontuoso edificio quindi ora è diventato un tempio sacro. Ah. Certo, è una battuta, ma per qualche ragione lascia un retrogusto leggermente amaro. Il video descrive gli sviluppatori come esseri lenti e affamati, totalmente dedicati alla loro causa. Anche in questo caso, fatico a trovare qualcosa di divertente in questa affermazione.

Anche perché, poco dopo, gli sviluppatori vengono chiamati «sciamani illuminati», quindi non si tratta semplicemente di robot sottoposti a un lavaggio del cervello.

Entra in scena Tim Cook, l’amministratore delegato di Apple. Ci informa che gli sviluppatori provengono da 77 Paesi. «More than ever before», continua. «Best ever». I migliori di sempre, insomma. Tesse le lodi dei suoi sviluppatori perché sono loro che hanno dato vita all'iTunes App Store. L'App Store, tra l'altro, compirà presto 10 anni. Congratulazioni! Cook continua e afferma che riceve 500 milioni di visitatori alla settimana. E questa settimana verrà raggiunta una pietra miliare speciale: le entrate supereranno i 100 miliardi di dollari.

Ma Cook non è ancora soddisfatto. Vuole che più persone imparino a programmare. Il linguaggio di programmazione Swift dovrebbe essere la soluzione.

«Ogni scuola dovrebbe insegnare a programmare», dice Cook. Ha ragione. Perché anche le capacità di programmazione più basilari possono aiutare bambini e adulti a risolvere i problemi digitali che si trovano ad affrontare quotidianamente. Ottimo, Tim Cook. Scherzi a parte: se Apple vuole mettersi a insegnare, io li appoggio.

Il nuovo iOS 12

Lo slogan della conferenza sui software WWDC è: «The customer at the center of everything», ovvero «Il cliente al centro di tutto». Il cuore di questa filosofia è il sistema operativo mobile iOS di Apple, attualmente aggiornato alla versione 11.

Craig Federighi, Senior Vice President of Software Engineering di Apple, sale sul palco. Parla di un sistema operativo di successo fenomenale che ha rivoluzionato il mondo della tecnologia mobile con l'iPhone 4.

Ci fornisce una panoramica del modo in cui gli utenti reagiscono agli aggiornamenti: il 50% è passato alla nuova versione nell'arco di sette settimane. Attualmente, l'81% di tutti i dispositivi Apple con iOS è aggiornato alla versione corrente. Su Android, secondo le slide create dal colosso, siamo al 6%. «Well, they don't really have an update model», dice, che più o meno significa che su Android non esiste un modello di aggiornamento. Non ha torto, dal momento che Android è noto per le sue prestazioni catastrofiche quando si tratta di aggiornamenti.

Ecco quindi iOS 12. Il nuovo sistema operativo dovrebbe funzionare più velocemente, specialmente sui dispositivi più vecchi. Sull'iPhone 6S, le app dovrebbero avviarsi il 40% più velocemente e funzionare meglio anche sotto carico. Gli «stress test», ovvero dei test che valutano il dispositivo in ogni sua parte e in qualsiasi situazione, hanno dimostrato che in queste condizioni le app si avviano al doppio della velocità. Una prestazione davvero straordinaria.

Apple si affida sempre più alla realtà aumentata
apple.com/newsrooom

Ma non è tutto. Il nuovo sistema operativo dovrebbe essere ancora più compatibile con la realtà aumentata (AR). In collaborazione con Pixar, Apple ha creato un nuovo formato di file, l’USDZ. Questi file contengono modelli 3D che funzionano sull'intera gamma di prodotti Apple e, per farlo, il colosso statunitense ha coinvolto anche Adobe.

Abhay Parasnis, CTO di Adobe, sale sul palco. Il formato USDZ è supportato nativamente da Adobe Creative Cloud e da tutto il sistema operativo iOS. Questo «design immersivo» riceverà nuove applicazioni nel Creative Cloud in grado di elaborare i dati AR in un editor WYSIWYG e inviarli senza problemi ai dispositivi Apple.

Torna Federighi. Quando si creano contenuti per l’AR, ottenere misure precise è essenziale. I dispositivi iOS 12 sono quindi dotati di un'applicazione chiamata «Measure», che consente di tracciare una linea sullo schermo e visualizzare la misura esatta di un oggetto.

«Isn't that cool?», dice Federighi; ovvero: «Bello, no?»

Sì, non c’è male.

Il nuovo ARKit

Dietro tutte le app AR c'è l’ARKit di Apple. La nuova versione 2 non solo offre una realtà aumentata multi-utente, ma anche una migliore tracciatura e visualizzazione del volto.

Il nuovo ARKit ha una funzionalità speciale che farà emozionare grandi e piccini: il supporto per Lego. Se non hai voglia di spargere decine di mattoncini Lego per il pavimento di casa, con questa funzionalità puoi scansionare i tuoi modelli in Lego reali e ricrearli in realtà aumentata tramite iPad. Addio cameretta in perenne disordine.

Con Shared AR Interface, due persone possono giocare insieme con lo stesso kit Lego. Questa tecnologia mi colpisce, ma preferisco continuare a utilizzare Lego veri nel mondo reale.

Un altro aspetto positivo è che, se giochi con i kit Lego virtuali, puoi memorizzare ciò che costruisci. L'app ricorda il tuo set e gli elementi che hai usato e ti permette di richiamarli. Lego come supporto di memoria? Bello.

Apple Foto diventa più intelligente

In iOS 12 l'applicazione Foto è migliorata: ora è in grado di associare automaticamente i tag alle immagini e ti permette di cercare parole come «Museo» o «Museo nazionale di Zurigo».

È stata aggiunta anche una nuova scheda chiamata «For You». Al suo interno, l'applicazione aggrega tutte le foto e assembla una sorta di feed di notizie che contiene le tue foto e quelle che sono state condivise con te. L'app suggerisce anche le persone con cui potresti condividere le immagini. Questa funzione è già disponibile su Google Photos. L'intelligenza artificiale riconosce volti, luoghi e altri elementi visivi, poi l'app analizza tutto e ti suggerisce: «Vuoi condividere l'immagine con $name?»

Gli Shortcut di Siri

Siri è già ben integrato con iOS, ma Apple va oltre, rendendo il linguaggio più naturale. Se chiedi a Siri dove si trovano le chiavi, apre automaticamente l'applicazione di ricerca chiavi e la avvia senza che tu debba darle il comando. Non è più necessario chiedere esplicitamente di aprire l'app.

Siri analizzerà anche il tuo comportamento. Gli ordini e i dati relativi agli allenamenti verranno visualizzati sullo schermo bloccato. Sei in ritardo per una riunione? Siri ti suggerisce di usare iMessage per scusarti.

Gli Shortcut sono scorciatoie automatiche e intelligenti
apple.com/newsroom

Questi Shortcut possono essere definiti dagli utenti: iOS 12 è dotato di una propria app, dove è possibile definire i propri processi in più fasi. Tutto questo viene fatto in modalità drag and drop, con l’obiettivo finale di ottimizzare le tue giornate e toglierti il peso di queste piccole faccende quotidiane grazie al tuo iPhone o iPad.

C’è un ma: funziona solo se l'utente inserisce i propri dati in modo corretto. Se lo fai, puoi indicare una frase nell'app Shortcuts e se dici «Ehi Siri» seguito dalla frase, allora Siri lavorerà con questi dati, li interpreterà e ti darà consigli pratici e informazioni aggiornate sui viaggi e altre cose. Inoltre, iOS sarà in grado di fare cose simili nel mondo reale. Tramite Homekit Siri potrai regolare l'aria condizionata nel tuo appartamento e accendere la radio sul telefono.

Apple è un passo avanti nel mondo dell’Internet of Things, mentre con Android i comandi multilivello sono ancora più difficili da creare e da gestire, perché Google Voice Assistant può riprodurre solo i dati, ma non necessariamente farne uso.

Panoramica delle app

  • Apple News, un'applicazione di notizie, è gestita e curata da un team di esseri umani. Apple sta quindi cercando di contrastare i filtri
  • L’app Borsa è stata riprogettata
  • Apple News viene integrata anche nell’app Borsa
  • Apple News, nell’app Borsa o come app indipendente, sovrascrive la formattazione delle sorgenti e le visualizza in un formato adatto all'iPhone
  • L’app Borsa sarà disponibile anche su iPad Notizie e corsi verranno visualizzati su uno schermo diviso.
  • iBooks è stato completamente ridisegnato e rinominato Apple Books
  • Carplay supporterà applicazioni browser di terze parti con iOS 12
  • Facetime supporterà fino a 32 partecipanti e potrà essere avviato direttamente nella chat di gruppo
  • Nelle chat di gruppo Facetime, la persona che parlerà verrà ingrandita automaticamente.

Meno è meglio

Craig Federighi è di nuovo sul palco e affronta un problema che Google già conosce: molti consumatori trascorrono troppo tempo sui loro telefoni. Apple ha escogitato alcune soluzioni a questo problema.

La modalità Do Not Disturb (Non disturbare) è stata migliorata. Di notte, l'app non visualizza più le notifiche, così puoi visualizzare l'ora senza farti distrarre da altre cose. Anche questa modalità è impostata in modo intelligente: iOS 12 offre opzioni come «fino alla fine della riunione» o «fino a quando non lascio questo luogo».

Le notifiche ora vengono analizzate in modo più intelligente. Vengono raggruppate per applicazione, tema o altri fattori e possono essere gestite in batch. A tal fine, Siri proporrà di avvalersi delle notifiche delle app di uso più frequente.

Le notifiche possono essere raccolte e gestite insieme
apple.com/newsroom

L'app Screen Time ti mostrerà le tue statistiche di utilizzo del telefono. I tempi di utilizzo, le applicazioni, il numero di notifiche e altri fattori ti daranno un'idea generale di ciò che stai facendo sul tuo telefono. Puoi anche limitare il tempo che vuoi dedicare alle app. Vuoi navigare su Instagram per meno di due ore al giorno? No problem: dopo un'ora e 55 minuti, sullo schermo appare una notifica. Naturalmente, come utente potrai superare questi limiti e continuare a navigare, ma almeno verrai informato e ne sarai al corrente.

I genitori potranno imporre un limite ai dispositivi dei loro figli e ricevere rapporti sull'utilizzo che ne fanno.

Tutte queste funzioni saranno sincronizzate tra tutti i dispositivi di una famiglia.

Il tuo volto si trasforma in un emoji

Il sistema di messaggistica iMessage di Apple ha recentemente integrato gli AR Emoji, chiamati Animoji. Il sistema di fotocamere adatta le piccole emoticon alle tue espressioni e «vede» la tua lingua. Troverai anche nuovi emoji.

Nuovo Animoji: il fantasma
  • Tigre
  • Fantasma
  • T-Rex
  • Coala

Ma, se pensi che sia tutto qua, ti sbagli. Apple introduce i cosiddetti Memoji: un sistema di avatar virtuale che ti permette di riprodurre il tuo volto, o quello che vorresti avere, nel tuo dispositivo.

WatchOS passa alla versione 5

Tim Cook prende di nuovo la parola. Spiega che l'idea era quella di rendere l'Apple Watch un oggetto che la gente avrebbe voluto indossare in ogni momento. II mercato è cresciuto del 60%, probabilmente in parte anche perché la concorrenza Wear OS – un tempo, Android Wear – è in crisi. Apple Watch naturalmente ne sta approfittando per proseguire il suo sviluppo al massimo.

Kevin Lynch, Vice President of Technology di Apple, prende il microfono e parla dei dati relativi alla salute e le attività sportive degli utenti letti dall'orologio. Gli sviluppatori hanno elaborato 6 TB di dati per migliorare l'esperienza dell'utente.

Nuovi dati sport:

  • Yoga
  • Escursioni

Nuove funzionalità:

  • Competizioni e gare con un massimo di sette amici
  • Passi al minuto per chi corre
  • Rilevamento automatico dell'allenamento
  • Verrà introdotto un Walkie Talkie sotto forma di app in qualità di servizio di messaggistica istantanea tramite voce anziché testo
  • Siri Watch Face riceverà nuovi dati, ad esempio quelli relativi ai risultati sportivi
  • I tasti di scelta rapida Siri Shortcuts verranno sincronizzati con l'orologio
  • Siri Watch Face integrerà dati provenienti da applicazioni di terze parti
  • WebKit sarà disponibile su WatchOS
  • L'applicazione Apple Podcasts sarà disponibile sul Watch e potrà essere sincronizzata tra tutti i dispositivi in casa

Ma poi ci risiamo, Apple fa una cosa che trovo di cattivo gusto: è il «Pride Month», cioè il mese in cui omosessuali e transessuali professano il proprio orgoglio per cosa e chi sono. Apple ha prodotto un braccialetto speciale per questo scopo, che puoi acquistare già da ora. Questa capitalizzazione di un movimento per i diritti umani forse parte con delle buone intenzioni, ma lascia un retrogusto piuttosto sgradevole.

Apple TV e Salt

Il televisore Apple TVOS è stato progettato per il tuo salotto. Lo scorso autunno, l'azienda ha dotato l’Apple TV non solo di risoluzione 4K, ma anche di HDR 10 e Dolby Vision. iTunes sta recuperando il ritardo e offre «la più grande collezione di film 4K». I film acquistati in precedenza verranno automaticamente aggiornati gratuitamente a 4K .

<strong>Dolby Atmos</strong>: cos’è e perché si tratta della prossima rivoluzione del cinema
AudioRetroscena

Dolby Atmos: cos’è e perché si tratta della prossima rivoluzione del cinema

Viene aggiunto un nuovo supporto Dolby Atmos. Apparentemente, Apple TV è l'unico dispositivo per lo streaming certificato Dolby Vision e Dolby Atmos. Con i nuovi canali sportivi e i canali di notizie in diretta, Apple TV ne ha ormai più di cento.

In Svizzera Apple collabora con Salt, la cui offerta di video in streaming sarà supportata da Apple TV a 360 gradi. Questo cambierà certamente la situazione del mercato svizzero, perché il mondo televisivo americano non ha nulla a che vedere con il nostro.

MacOS ora si chiama Mojave

MacOS è il cuore dell'esperienza Apple. È stato pensato sia per chi vuole farne uso professionale che privato. Durante la WWDC abbiamo appreso che i sistemi operativi del colosso smetteranno di fare omaggi alle montagne: il nuovo MacOS infatti si chiamerà High Sierra Mojave, un riferimento al deserto californiano le cui notti hanno ispirato gli sviluppatori Apple.

macOS Mojave sta finalmente facendo buoni progressi con il sistema operativo.
apple.com/newsroom

MacOS dispone di una nuova modalità notturna, la «Dark Mode», che visualizza gli elementi di comando nei toni del grigio e del nero. L'effetto è particolarmente efficace su xCode, l'interfaccia di programmazione di Apple.

La Dark Mode dà a Mojave un nuovo look
apple.com/newsroom

A questo scopo, Apple ha introdotto una funzione chiamata «Dynamic Desktop», che visualizza diverse immagini sullo schermo a seconda dell'ora del giorno. Ma non è tutto: è anche possibile creare «Stacks», cioè pile di documenti, sulla scrivania. Il sistema raggruppa automaticamente i file sul desktop per tipo, argomento o altri fattori. Quando si fa clic su una pila, vengono visualizzati tutti i file in essa contenuti.

A destra dell'immagine si trovano pile di file simili.
apple.com/newsroom

Finder, lo strumento di ricerca dei file di Apple, ha una nuova modalità di visualizzazione: la Gallery View. In una grande area di anteprima in alto viene mostrata una foto o una presentazione in grandi dimensioni e, se lo si desidera, è possibile visualizzare i metadati. Direttamente nel Finder è anche possibile eseguire alcune operazioni rapide, come la rotazione diretta di un'immagine. Queste azioni rapide sono dinamiche e vengono visualizzate in modo diverso a seconda del tipo di file. È inoltre possibile definire le proprie azioni rapide sul programma Automator.

Quick Look, l'applicazione di visualizzazione veloce di Mojave, consente ora di scrivere appunti, consentendo di firmare direttamente PDF, ritagliare immagini o modificare video. Screenshot è stato anche dotato di nuove funzioni base di editing e di Video Capture.

Altre novità su MacOS Mojave:

  • Apple News
  • Le foto sul telefono si sincronizzano automaticamente sul Mac
  • Borsa
  • Memo Vocali
  • Home
  • Migliore protezione dei dati sensibili. Se un'applicazione desidera accedere a dei dati sensibili, viene visualizzato un messaggio di avviso.
  • Safari blocca automaticamente le tecnologie di tracking, ad esempio tasti per i «Like» o caselle per i commenti. Se vuoi lasciare un «Mi piace» o scrivere un commento, devi consentire al browser di farlo.
  • Safari previene il rilevamento delle impronte digitali trasmettendo solo dati di base o dati falsificati ai responsabili della raccolta dei dati
  • L’App Store del Mac ha un nuovo look, ispirato all'App Store iOS
  • Microsoft Office 365 viene aggiunto all'App Store
  • E anche Adobe Creative Cloud
  • Ora i Mac supportano fino a quattro schede grafiche esterne
  • Ora viene supportato Facetime di gruppo

MacOS può finalmente giocare in condizioni di parità con iOS, la cui tecnologia è stata finora molto più avanzata.

L'apprendimento automatico dovrebbe diventare più accessibile a tutti grazie all'app Create ML, scritta interamente in Swift per fornire un facile accesso ai modelli AI. Le intelligenze artificiali così create imparano più velocemente e occupano solo 3 MB anziché 90 MB.

MacOS diventerà iOS e viceversa?

MacO e iO verranno fusi in un unico sistema operativo? No, risponde Craig Federighi .

Ma i confini diventano molto confusi. L'integrazione in un ecosistema controllato come quello di Apple potrebbe benissimo eliminarli. Apple ha anche inserito alcuni kit e framework iOS in macOS, in modo che le applicazioni iPhone possano funzionare anche su Mac. In una prima fase, poiché il progetto non è ancora pronto per la produzione e per gli sviluppatori, alcune applicazioni Apple saranno trasferite sul Mac. Queste app, che conosciamo da iOS, in realtà sono applicazioni iOS che girano su Mac.

Ricapitolando

Tim Cook torna sul palco e fa un riassunto veloce di quanto è stato detto durante il keynote. WatchOS e iOS sono stati aggiornati, ma niente di sensazionale. Apple, d'altra parte, ha dato il tutto per tutto con Mojave. Il sistema operativo, che di recente è stato un po' trascurato, è stato finalmente aggiornato e sta cambiando rotta, concentrandosi sulle applicazioni iOS, anche se i due sistemi operativi non verranno fusi in un unico sistema.

Questo è tutto. Tim Cook e il suo staff hanno parlato per due ore e 16 minuti. E no, non hanno annunciato un nuovo dispositivo.

User

Dominik Bärlocher

  • Senior Editor
Giornalista. Autore. Hacker. I miei temi hanno a che fare principalmente con Android o Apple iOS. Anche la sicurezza informatica è molto importante per me, poiché oggi la privacy non è più una questione secondaria bensì una strategia di sopravvivenza.

44 Commenti

3000 / 3000 caratteri

User Anonymous

Apple wird immer mehr zum Spielzeughersteller für 1-12 und 65+

04.06.2018
User Anonymous

gibts noch eine Begründung? Oder einfach bashing?

05.06.2018
User Anonymous

-Fokus auf emoji müll den keiner braucht
-AR Lego was kein erwachsener benutzen wird
-Elternkontrolle für apps der kinder, da jeder erwachsene in der lage sein sollte sein konsumverhalten im griff zu haben
-der professionelle bereich wird mehr und mehr ignoriert siehe iMac pro reparaturen oder butterfly keyboard sammelklage
-Desktop "Stacks" für nutzer die nichts von organisation wissen

05.06.2018
User Anter Dogan







Ganz deiner Meinung, Enten-Anonymous.

05.06.2018
User Anonymous

Ja immernoch bashing ^^
-Wir sind hier in der Schweiz und vständlich dass er so über die Emojis denkt. Es gibt noch andere Länder ausserhalb der Schweiz die das tatsächich benutzen und mögen -> Japan!
-AR Lego werden auch eher Kinder benutzen ja. Die Möglichkeit der Technologie aber Erwachsene Entwickler. Nicht wie bei Microsoft XD
-Kontrolle der Apps. Sinnvoll für Kinder und Jugendliche. Und traurig aber wahr auch für Erwachsene.

06.06.2018
User Anonymous

-Professioneller Bereich.. Kann mich nicht beklagen, mein Macbook Pro 2014 läuft immer noch perfekt. Nur weil sie nichts davon erwähnt haben, heisst nicht dass sie daran arbeiten. Das geht nicht mit dem Schnippen eines Fingers bei der Firmengrösse hahaha.
-Stacks ist sinnvoll. Und was von Organisation "wissen" und es dann auch wirklich machen sind 2 Paar Schuhe. Gratuliere dass du deine Dateien auf dem Desktop geordnet hast.
Hier hast du einen Keks.

06.06.2018
Rispondi
User mielrob

Schade, dass kein Dark Mode und Dynamic Desktop für iOS eingeführt wird. Aber hauptsache es gibt neue Animojis... Naja vielleicht wird ein Dark Mode für iOS in einem grösserem Update nachgeliefert.

04.06.2018
User Dominik Bärlocher

Oh, das wäre natürlich nett. Aber ich denke, das kommt dann schnell, wenn der Dark Mode auf macOS entsprechend ankommt. Dank Telemetriedaten liesse sich das einfach feststellen und nach einem Dark Mode auf allen möglichen Geräten krähen die Leute ja schon ewig. Von dem her, Recht hast du, das wäre eine logische Konsequenz.

05.06.2018
Rispondi
User amigafreak

hmmm...MacOS sei für Profis gemacht? Leider merkt man davon kaum etwas bei den Neuerungen. Anstatt von ordentlicher Enterprise-Integration redet man davon iOS Apps auf dem Mac verfügbar zu machen. Und dann arbeitet man noch mit Adobe (ausgerechnet Adobe!) zusammen um ein neues proprietäres Format zu etablieren. Hallo Apple, wir haben 2018 und nicht mehr 1995!

05.06.2018
User Anter Dogan

Hallo?! Wir haben jetzt News und Stocks auf dem Mac! Was willst du noch?

05.06.2018
User compidigi

Sorry, früher war Apple auf vielen Gebieten Pionier. Microsiff zog immer später nach. So ist Affinity mittlerweile auch auf Windows erhältlich (wo aber zuerst??). Dann ist Adobe weg - und Mac wird sich was einfallen lassen, wieder mit System"Neureungen" Barrieren einzubauen. Das soll innovativ sein? Zudem:Wenn ich neue Anwender beobachte, wie sie den (ersten) Mac in Betrieb nehmen und schreiben "Super einfach", dann seh ich nur eine Phalanx von undigitalisierten Nichtwissern...

06.06.2018
Rispondi
User compidigi

Unkritisch und euphorisch - Arbeitsinstrument wäre mir lieber als Spielzeug für Infantile. Aber wenn es darum geht, einen Projektor anzuschliessen, muss ich einen Konverter für viel Geld kaufen. So imkompatibel ist der Mac (arbeite an ner Hoschschule) - wow! - fortschrittlich...

05.06.2018
User Figumari

Stellt sich die Frage, wer fortschrittlicher ist: Der Projektor ohne USB-C-Anschluss (bzw. die Ausrüstung der Hochschule) oder der Mac?

05.06.2018
User Anter Dogan

Figumari, nur ist HDMI kein "toter Anschluss". Apple hätte ihn durchaus an den Macbooks lassen können. Hätte bestimmt reingepasst, auch wenn er jetzt 0.897797897979 mm dünner ist.

05.06.2018
User Figumari

Und wo bliebe dann der Anreiz für die Projektorhersteller, zukünftige Modelle mit USB-C-Anschluss auszustatten? Ich bin froh, hat sich gerade eine Firma wie Apple für so einen radikalen Schritt entschieden. Hätten die neuen Mac-Modelle noch einen HDMI-Anschluss gehabt, würden wir heute noch ein Video- und Stromkabel einstecken müssen.

05.06.2018
User amigafreak

@Figurami: So eine Sichtweise ist in erster Linie realitätsfern. Hochschulen haben begrenze Budgets und können nicht einfach neue teure Projektoren kaufen (die kosten meist nicht nur 50CHF) wenn die alten noch nicht abgeschrieben sind. Noch dazu ist Mac im Computerbereich nicht in der Position Standards durch zu setzen. Dafür ist die Marktverbreitung einfach zu schwach. Allerdings muss ich auch fraglich in den Raum werfen, warum braucht man an der Hochschule eigentlich Macs?

06.06.2018
User compidigi

Das war eben mein Argument (wegen Zeichenzahl nicht gennant). Es ist eine monopolistische Haltung, die nun greift: Früher waren Macs rel. plattformübergreifend (früher als Micro.). Hochschulen für Design sind Mac-abhängig. Es ist das Ursystem für Gestaltende. Nun aber geht es um Marktdominanz. Nachhaltigkeit ist da Fremdwort. Selbst Macianer haben Kompatibilitätschaos und können nicht mehr mitein. kommunizieren. Soll das Fortschritt sein? Adobe&Co. schaffen sich ihren eigenen Markt.

06.06.2018
Rispondi
User Zadrian

Respekt für die schnelle Zusammenfassung.
Für mich die top ‚Neuigkeiten‘ btr. iOS und macOS:
- Gruppieren der Mitteilungen (längst überfällig)
- „Shortcuts“-App (Wird enorm dazu beitragen, dass Siri endlich brauchbar wird)
- Screen Time bzw. bessere Kontrolle für Eltern (etwas in der Art musste ja irgendwann mal kommen)
- Dark Mode in macOS Mojave (Angenehmer für die Augen und sieht einfach klasse aus)
... und ja... Memoji ;-)

04.06.2018
User Anter Dogan

1h für iOS
25 min für watchOS
15 min für tvOS
25 min für macOS (davon 5 min iOS Apps und ein Statement bezüglich der Anschuldigung Apple wolle iOS+macOS fusionieren)

Das zeigt, dass Apple den Fokus auf Mobile legt. Ich würde mir eine separate WWDC für macOS wünschen - mit mehr Innovation.

05.06.2018
User Anonymous

Im Herbst werden wir sehen wie stark sich Apple noch für den Mac interessiert.

Ich vermute leider, dass der Mac mit minimalem Aufwand am Leben erhalten wird.

Der Mac Mini ist praktisch tot. Der iMac Pro ist vom Support her gesehen ein Witz und wegen in den 2016er & 2017er Notebooks verbauten Tastaturen gibt es sogar ne Sammelklage in den USA. Der neue Mac Pro lässt ebenfalls ungewöhnlich lange auf sich warten.

PS: Und ja, Staingate gibts ja auch noch bei den Apple Notebooks!

05.06.2018
Rispondi
User BlackHeart

Zusammenfassung:
Applejünger haben jetzt noch tollere Memojis und ein paar Sachen die längst hinfällig waren und alle anderen schon längst können.

Wirkung:
Alle schreiben darüber als hätte Apple soeben GitHub aufgekauft...ups.... das war ja Microsoft ;-)

05.06.2018
User Anonymous

Süss ja.. Trotzdem läuft mein Mac besser als jede Windowskiste die ich jeh hatte :)
Oha kann Windows das Datengewirr auf meinem Desktop aufräumen? Ahh neee nein XD
Die AR funktionen und möglichkeiten werden von Apple ziemlich gut vorangetrieben.. habe schon lange nichts mehr von Microsoft in dem Bereicht gesehen.
Lustig dass Applebasher genau so einen Tunnelblick haben wie Applejünger :)

06.06.2018
User BlackHeart

Mit Fanatiker kann man nicht diskutieren, darum lasse ich das dann so stehen, auch wenn es purer Unsinn ist. Riesiger Unsinn ist zu behaupten, dass Microsoft im Bereich AR hinterherhinken soll. Die Hololens z.Bsp. ist ein grösseres Ding als Apple in den nächsten 3 Jahren jemals hinkommen wird. Aber Microsoft ist mir eigentlich wurscht, auch wenn sie im Gegensatz zu Apple wirklich Innovationen bringen und am richtigen Ort investieren.

Viele Memojis und ein aufgeräumter Desktop wünsche ich!

06.06.2018
Rispondi
User ruwen.frick

Guten Morgen
Wie immer ein gelungener Artikel, nur eine Kleinigkeit ist mir aufgefallen: Im Absatz vor "Das neue iOS 12" wird Steve Jobs zitiert. Stammt das Zitat nicht vom Tim Cook? HerR Jobs weilt ja leider nicht mehr unter uns.

05.06.2018
User Dominik Bärlocher

Der Geist des Steve Jobs lebt weiter?

... okay, ich hab das korrigiert. Sorry.

05.06.2018
Rispondi
User comelfex

Was genau sind die kleinen Sensationen?

06.06.2018
User Agrola123

Apple WWDC, war langweilig und nicht interessant. Hardware wäre spannender gewesen.

05.06.2018
User Anter Dogan

Da musst du schon auf den Apple Special Event warten! WWDC ist nur für Software! War immer so und wird immer so bleiben!

05.06.2018
User Nostromo

Äh nee stimmt so nicht.... Letztes Jahr gab's regelrechtes Hardware Feuerwerk: iMac, MBP und iPad Pro 12" wurden aufgefrischt. iMac Pro & HomePod angekündigt und es gab ein neues iPad Pro 10,5". Aufgefrischte oder neue Hardware gabs auch zu den WWDC's 2013, 2012, 2009, 2006, 2004, und erstmals 2003 - aber das wissen halt nur noch die alten Hasen unter uns.

05.06.2018
Rispondi
User Anter Dogan

An alle, die dachten es würden neue Geräte vorgestellt werden:

WWDC --> weltweite (Software)Entwicklerkonferenz. Ihr Applejünger, ihr müsstet doch wissen, dass im Frühling nur Software vorgestellt wird und im Herbst neue Hardware.

05.06.2018
User Nostromo

Äh nee stimmt so nicht.... Letztes Jahr gab's regelrechtes Hardware Feuerwerk: iMac, MBP und iPad Pro 12" wurden aufgefrischt. iMac Pro & HomePod angekündigt und es gab ein neues iPad Pro 10,5". Aufgefrischte oder neue Hardware gabs auch zu den WWDC's 2013, 2012, 2009, 2006, 2004, und erstmals 2003 - aber das wissen halt nur noch die alten Hasen unter uns.

05.06.2018
User Anter Dogan

Ups stimmt... Hab mir ja letzten Sommer das das neue 10.5" iPad Pro geholt 🤦

05.06.2018
Rispondi
User 999pat999

Ich wäre dankbar, wenn Apple endlich mal an den - zum Teil seit Jahren bekannten! - Fehlern arbeiten würde statt ständig irgendwelche Neuigkeiten anzukünden.

07.06.2018
User Nostromo

Gähn....

04.06.2018
User Nostromo

Das "Gähn" bezieht sich auf die WWDC und nicht auf den Bericht hier.....

05.06.2018
Rispondi
User Raivoo

@Mielrob Den Dark Mode für iOS gibts seit iOS11. Einstellungen > Allgemein > Display-Anpassungen > Farben Umkehren > Umkehren-Intelligent ;)

05.06.2018
User Anonymous

Darkmode sieht gut aus! ENDLICH! Dazu noch das Stack.. perfekt!
Der ganze Rest interessiert mich nicht die Bohne ^^

05.06.2018
User Urgasi

Es gibt Millionen von User die auf neue Hardware erwartet haben. Das sind die, die viel Geld für ihr Image ausgeben. Mit nur neuer Software wird Apple nicht mehr die Umsätze erreichen. Es hätte eine Software geben müssen, die nur mit der Entsprechend neuen Hardware läuft, dann wäre der Hardwareabsatz konstant geblieben. Aber so ...!!!

05.06.2018
User se21bastian

Die Konferenz wird nicht umsonst WWDC genannt!

05.06.2018
User Anter Dogan

Da musst du schon auf den Apple Special Event warten! WWDC ist nur für Software! War immer so und wird immer so bleiben!

05.06.2018
User Nostromo

Äh nee stimmt so nicht.... Letztes Jahr gab's regelrechtes Hardware Feuerwerk: iMac, MBP und iPad Pro 12" wurden aufgefrischt. iMac Pro & HomePod angekündigt und es gab ein neues iPad Pro 10,5". Aufgefrischte oder neue Hardware gabs auch zu den WWDC's 2013, 2012, 2009, 2006, 2004, und erstmals 2003 - aber das wissen halt nur noch die alten Hasen unter uns.

05.06.2018
User Nostromo

Also es gibt übrigens auch Hardware Developer :-)

05.06.2018
Rispondi