AirPods Max: Apple presenta le nuove cuffie over-ear

AirPods Max: Apple presenta le nuove cuffie over-ear

Livia Gamper
Zurigo, il 09.12.2020
Traduzione: Leandra Amato
Dopo una lunga attesa e molte speculazioni, anche Apple entra nel business delle cuffie over-ear. Il prezzo degli AirPods Max è elevato, ma è giustificato?

Le nuove cuffie Apple si chiamano AirPods Max, e non AirPods Studio come previsto. Dopo una lunga attesa e molte voci, Apple ha svelato le nuove cuffie over-ear. Le cuffie Bluetooth sono dotate di cancellazione attiva del rumore, proprio come la concorrenza. Tuttavia, rispetto a cuffie simili, hanno un prezzo elevato – circa 600 franchi.

Il cosiddetto suono Hi-Fi Apple

Secondo Apple, le cuffie sono dotate di suono Hi-Fi. Il termine «High Fidelity Sound» o «suono ad alta fedeltà» è stato sostituito da standard più precisi nel 1996 e quindi non è più significativo. A parte il fatto che viene utilizzato un driver da 40 millimetri e che la distorsione si dice sia solo all'uno percento dello spettro udibile, Apple non fornisce molte specifiche su questa caratteristica particolare.

Ma spiega che è possibile riprodurre la propria musica su iPhone, iPod touch, iPad, Apple Watch, Mac e i nuovi modelli di Apple TV. Probabilmente sarà possibile con qualsiasi lettore Bluetooth. Chi desidera un suono senza compressione Bluetooth può utilizzare le cuffie con un cavo Lightning verso cavo audio 3,5 mm – venduto separatamente.

Come quasi tutti i modelli della concorrenza, secondo Apple, le cuffie dispongono di un equalizzatore, una modalità trasparenza e il cosiddetto audio 3D. Secondo Apple, l'audio 3D imita il suono surround in un cinema. Il test mostrerà se questo è davvero il caso.

L'entrata nel mondo over-ear di Apple è colorata.
L'entrata nel mondo over-ear di Apple è colorata.

Come gli AirPods Pro, le nuove cuffie over-ear hanno un chip H1 in ogni padiglione auricolare, che secondo Apple suona in modo «eccellente» e calcola la cancellazione attiva del rumore. I sensori incorporati percepiscono quando si tolgono le cuffie e mettono in pausa la musica. Una caratteristica che si può trovare anche in quasi tutti i modelli della concorrenza. Per la telefonia, entra in gioco la tecnologia di beamforming, che rende la voce più chiara ed elimina il rumore ambientale.

Archetto non pieghevole, ma con borsetta

L'archetto è in acciaio inossidabile e la dimensione può essere regolata lateralmente. Come si può desumere dal video di Apple e dalla lavorazione del case, i padiglioni auricolari non possono essere piegati per risparmiare spazio durante il trasporto. Ma almeno, il case simile ad una borsetta è incluso.

Gli AirPods Max vengono forniti con questo case.
Gli AirPods Max vengono forniti con questo case.

L'archetto è traspirante nella parte superiore. Quindi le cuffie sono adatte anche alle teste calde. I cuscinetti auricolari sono fatti di schiuma «memory foam» per una migliore aderenza all'orecchio. Sulla parte superiore del padiglione auricolare si trova una corona digitale, come quella dell'Apple Watch, che può essere utilizzata per controllare il volume e la riproduzione, rispondere alle chiamate o attivare Siri.

Batteria nella media, ma molti colori

La batteria dovrebbe durare 20 ore con la cancellazione attiva del rumore accesa. All'interno del case, le cuffie passano automaticamente alla modalità stand-by. Gli AirPods Max sono disponibili nei colori Space Grey, Silver, Sky Blue, Green e Pink. Rispetto ad altre cuffie ANC, sono da 200 a 300 franchi più costose.

In termini di prezzo, gli AirPods Max mi ricordano il Montblanc MB 01. Solo il test e il confronto con la concorrenza mostreranno se il prezzo è giustificato.

Sondaggio su Apple AirPods Max

Cosa ne pensi del prezzo delle cuffie AirPods Max?

  • Troppo care.
    61%
  • Se sono buone, il prezzo è giustificato.
    15%
  • Non mi interessa, non compro roba Apple.
    13%
  • Dove posso donare il mio rene questa volta?
    9%

Il concorso è terminato.

Gli AirPods Max saranno disponibili dal 15 dicembre, ma puoi preordinarli nella pagina sottostante.

A 47 persone piace questo articolo


Livia Gamper
Livia Gamper
Junior Editor, Zurigo

Le mie passioni: sperimentare e scoprire cose nuove. A volte qualcosa non va come dovrebbe andare o nel peggiore dei casi, qualcosa si rompe. Sono dipendente dalle serie tv, quindi non posso fare a meno di Netflix. D'estate mi trovate fuori, sotto il sole, al lago o a un festival musicale.


Potrebbero interessarti anche questi articoli