Microsoft Surface Laptop Studio 2: allettante, costoso, con margini di miglioramento
Test del prodotto

Microsoft Surface Laptop Studio 2: allettante, costoso, con margini di miglioramento

Martin Jud
3.11.2023
Traduzione: Leandra Amato

Microsoft ha migliorato il Surface Laptop Studio 2 in diversi punti. Il dispositivo con funzione convertibile e scheda grafica GeForce RTX 4060 ha impressionato nel test. Altri punti mi lasciano perplesso considerando il prezzo.

Il Surface Laptop Studio 2 è troppo costoso per quello che, secondo le specifiche, offre. Eppure, solo grazie al suo concetto, è dannatamente attraente e ha molta potenza. Il suo approccio convertibile, che consente di utilizzarlo non solo come laptop ma anche come tablet o in modalità stage, è semplicemente geniale. Mi piace staccare il display dalla sua posizione e trascinarlo sulla tastiera. Ma non è tutto oro quel che luccica.

Microsoft Surface Laptop Studio 2 (14.40", Intel Core i7-13700H, 64 GB, 1000 GB, CH)
2989.–

Microsoft Surface Laptop Studio 2

14.40", Intel Core i7-13700H, 64 GB, 1000 GB, CH

Microsoft Surface Laptop Studio 2 (14.40", Intel Core i7-13700H, 64 GB, 1000 GB, CH)
Notebook
2989.–

Microsoft Surface Laptop Studio 2

14.40", Intel Core i7-13700H, 64 GB, 1000 GB, CH

Il difetto più grande che ho riscontrato è la connessione al Surface Connect: non appena collego il dispositivo all'alimentazione con l'adattatore di corrente in dotazione, sento una tensione al tatto sull'involucro metallico. Formicola quando ci passo sopra le dita. Questo non mi preoccupa molto. Per altre persone, come mia moglie, la sensazione di disagio è tale che non vuole lavorarci. Quello che trovo incredibile è che si tratta di un problema ben noto che Microsoft avrebbe dovuto risolvere già da tempo. Ho già affrontato questo problema in passato. L'ultimo dispositivo con cui ho riscontrato questo problema è stato un Surface Laptop 4.

  • Retroscena

    Case del Surface Laptop sotto tensione: pericoloso o innocuo?

    di Martin Jud

Anche se la tensione di contatto dovrebbe essere innocua, la rinuncia alla connessione proprietaria risolverebbe il problema. Sarebbe utile anche una messa a terra, di cui il collegamento e l'alimentatore sono sprovvisti. Fortunatamente, posso ricaricare il dispositivo anche tramite USB-C. Se utilizzo un alimentatore USB-C, il problema scompare immediatamente.

Microsoft pubblicizza tre modalità: laptop, stage e tablet.
Microsoft pubblicizza tre modalità: laptop, stage e tablet.
Fonte: Microsoft

Vedo un ulteriore potenziale di miglioramento nel display, che si comporta bene in sRGB, ma per il resto non è all'altezza della fascia di prezzo. E nella ventilazione, che di per sé ha buone prestazioni. Tuttavia, a causa della sua posizione, le mani si scaldano quando uso il mouse.

Panoramica e design dell'hardware: ingegnoso concetto di display, connessioni sufficienti e interni buoni

L'alloggiamento del Surface Laptop Studio 2 è realizzato in alluminio anodizzato color platino. Il portatile è disponibile in diverse configurazioni: senza scheda grafica aggiuntiva, si può acquistare a partire da circa 2000 franchi. Per il system on a chip (SoC), Microsoft si affida al Core i7-13700H di Intel. Opzionalmente, è possibile ottenere una scheda grafica dedicata (Nvidia GeForce RTX 4050 Laptop, 4060 Laptop o 2000 Ada Laptop), fino a 64 gigabyte di RAM e fino a un terabyte di memoria in formato SSD. Per questo test ho acquistato la seconda configurazione più costosa disponibile dal nostro magazzino centrale. Al momento della pubblicazione dell'articolo (2.11.2023), costava quasi 3500 franchi. Di seguito sono riportate le specifiche:

Non voglio portarmi dietro il Surface Laptop Studio 2 ogni giorno. Con circa due chilogrammi, è troppo pesante per me. È più che altro un sostituto salvaspazio del PC desktop nel mio ufficio a casa. Tuttavia, se dovessi dipendere da una scheda grafica dedicata per lavorare in mobilità, le cose sarebbero diverse. In quel caso lo porterei volentieri con me.

La scheda aggiuntiva spiega anche lo spessore di 2,2 centimetri del portatile. E anche le fessure di raffreddamento che attraversano la parte inferiore dell'alloggiamento su entrambi i lati. Se si installa una scheda grafica dedicata e un processore potente, è necessario un buon sistema di raffreddamento e quindi più spazio.

Oltre alle tre modalità laptop, stage e tablet, c'è una quarta modalità che mi piace usare per guardare i film.
Oltre alle tre modalità laptop, stage e tablet, c'è una quarta modalità che mi piace usare per guardare i film.
Fonte: Martin Jud

Poiché la parte inferiore del case sporge meno, il dispositivo appare molto più sottile di quanto non sia, a seconda dell'angolo di osservazione. Inoltre, la Surface Slim Pen 2 aderisce magneticamente sotto il touchpad e si ricarica allo stesso tempo. Quindi solo se si dispone anche di una penna, poiché questa non è inclusa nella fornitura.

Se si acquista una Pen, è possibile tenerla davanti al touchpad sul bordo inferiore e caricarla.
Se si acquista una Pen, è possibile tenerla davanti al touchpad sul bordo inferiore e caricarla.
Fonte: Martin Jud

Per me è incomprensibile che la Pen debba essere acquistata separatamente. Soprattutto perché il display multi-touch da 14,4 pollici è ideale per appunti e scarabocchi scritti a mano. Può essere inclinato e spostato sopra la tastiera. Oppure lo si utilizza come si è abituati a fare con altri computer portatili. Oppure si può trascinarlo fino a coprire la tastiera, lasciando però il touchpad libero. Si attacca saldamente grazie ai magneti. In alternativa, è possibile posizionarlo sopra la tastiera e utilizzarlo come un tablet. Pur essendo un tablet spesso, è anche adatto a disegnare con programmi impegnativi come Adobe Illustrator e Photoshop grazie alla CPU e alla GPU.

Se si desidera utilizzare un mouse al posto della penna e del touchpad, è possibile collegarlo senza adattatore. La seconda versione del dispositivo è dotata di una porta USB-A a sinistra, una vecchia tecnologia ancora ampiamente utilizzata.

A sinistra ci sono una USB-A e due Thunderbolt 4.
A sinistra ci sono una USB-A e due Thunderbolt 4.
Fonte: Martin Jud

La prima versione presenta già le due porte Thunderbolt 4 (USB-C, supporto per DisplayPort e Power Delivery). Il notebook può essere caricato tramite entrambi, oltre che tramite la connessione di alimentazione sul lato opposto (connessione Surface Connect). Il collegamento proprietario non è solo fastidioso a causa della tensione al tatto, ma è anche troppo grande e non sempre si riesce a fissarlo al primo tentativo, anche se aderisce magneticamente.

A destra si trovano il lettore di schede MicroSDXC, il jack per cuffie da 3,5 mm e la connessione di alimentazione (connessione Surface Connect).
A destra si trovano il lettore di schede MicroSDXC, il jack per cuffie da 3,5 mm e la connessione di alimentazione (connessione Surface Connect).
Fonte: Martin Jud

A destra si trova anche il jack per cuffie da 3,5 mm, come nel modello precedente. Il lettore di schede MicroSDXC accanto ad esso, invece, è una novità e, come l'USB-A, un vero arricchimento per me. Mi evita di dover armeggiare con un lettore di schede esterno. È inoltre possibile utilizzare una scheda di questo tipo come estensione della memoria interna.

Il display mostra sRGB in modo accurato, ma per il prezzo avrei preferito un OLED o un Mini LED

Trovo molto piacevole il formato 3:2 del display multi-touch IPS da 14,4 pollici. Con un computer portatile, preferisco questo formato a quello 16:9 o 16:10, perché lo spazio in più in altezza è più adatto quando lavoro. Un'altra caratteristica particolare è rappresentata dagli angoli arrotondati della maschera del display. Con una risoluzione di 2400 × 1600 pixel e 200 pixel per pollice (PPI), è abbastanza nitido. Tuttavia, potrebbe essere più alto per lavorare con la penna, con la quale a volte mi avvicino al display. Come nel Microsoft Surface Pro 9, che ha 267 PPI.

Ancora una volta, mi piace il fatto che il display supporti una frequenza di aggiornamento di 60 o 120 hertz. E che anche i 120 hertz siano attivati di default. Questo ha senso soprattutto per i giochi, per i quali il dispositivo dispone di una scheda grafica all'altezza della risoluzione. Purtroppo, il fatto che abbia un rivestimento lucido è di norma standard. Per un dispositivo mobile costantemente esposto a diverse fonti di luce, preferirei una finitura opaca. Ma un rivestimento lucido è migliore per la visione di film. Per i video HDR più recenti, sono presenti anche DisplayHDR 400 e Dolby Vision IQ. L'immagine HDR può risultare gradevole, ma non è in grado di tenere il passo con un OLED o un Mini LED. Questi visualizzano meglio le aree scure e offrono un'illuminazione più precisa delle singole aree dell'immagine.

Uniformità, luminosità e resa cromatica

Scopro quanto è buono il display, a parte l'HDR, con un ColorChecker Display Plus di Calibrite. Verifico l'uniformità dell'illuminazione, la luminosità massima a schermo intero e l'accuratezza della visualizzazione dei colori.

La luminosità (in nit) diminuisce leggermente in basso a destra.
La luminosità (in nit) diminuisce leggermente in basso a destra.
Fonte: Martin Jud

L'immagine è illuminata in modo relativamente omogeneo per un display IPS, ad eccezione dell'angolo in basso a destra. Nella misurazione della luminosità di picco dei nove campi visibili, la differenza maggiore è di 39 nit, pari all'otto percento. Un valore che la maggior parte degli occhi difficilmente noterà. Ho misurato 486 nit alla massima luminosità dello schermo. A partire da 300 nit va bene per lavorare in ambienti chiusi. Con i valori del Surface Laptop Studio 2, è possibile lavorare sul balcone anche con una luce leggermente più intensa. Il contrasto statico del display è pari a 1603:1.

Per la visualizzazione dei colori, ho effettuato la misurazione una volta con il profilo colore «Vivid» preimpostato alla consegna e una volta con «sRGB». Il profilo preimpostato consente di ottenere valori migliori di circa il 3 percento. Il display copre il 99,5 percento dello spazio colore sRGB comunemente utilizzato per i normali lavori digitali e per la navigazione. Nello spazio colore DCI-P3, importante per la produzione di film, il pannello è meno preciso, con l'80,1 percento. E per Adobe RGB, importante per la creazione di modelli di stampa, la percentuale è del 74,8 percento. Mi sarei aspettato di più dal display di un dispositivo con un prezzo di fascia alta.

Tastiera e touchpad aptico all'altezza del prezzo

Non c'è nulla da criticare per quanto riguarda la tastiera e il touchpad. I tasti hanno una corsa di 1,3 millimetri. La forza necessaria per rilasciare il tasto è leggermente superiore a quella di un Lenovo Yoga o di un Apple MacBook. Si percepisce un chiaro punto di pressione all’inizio della corsa. La digitazione risulta morbida con un buon ritorno elastico che trovo apprezzabile. La tastiera è silenziosa anche quando si digita intensamente, il che la rende adatta agli uffici open space. È presente anche una retroilluminazione commutabile a tre livelli. Il pulsante di accensione del portatile fa parte della tastiera.

Il touchpad non ha tasti fisici, anche se quando lo premo sembra di averne uno.
Il touchpad non ha tasti fisici, anche se quando lo premo sembra di averne uno.
Fonte: Martin Jud

Il touchpad ha una dimensione di 12 × 8 centimetri. La sua superficie è piacevolmente liscia e mi permette di controllare con precisione il puntatore del mouse. Quando lo uso per la prima volta, non mi accorgo che il touchpad non ha pulsanti fisici integrati. Se lo premo per un clic, li sento comunque. Questo è possibile perché Microsoft simula il clic con piccoli motori. È così ben fatto che non smette mai di impressionarmi.

Gli altoparlanti sono buoni come al solito

Ben quattro altoparlanti sono nascosti nell'alloggiamento rivolti verso l'alto. Microsoft offre quindi un suono equilibrato e potente per un notebook. Rispetto ad altri dispositivi mobili, a mio parere è proprio in cima alla lista. Ciononostante, si avverte una certa mancanza di potenza nelle frequenze basse. Anche la certificazione Dolby Atmos del suono stereo non aiuta. Ecco perché preferisco usare le cuffie.

Prestazioni del processore: Cinebench e Geekbench

L'Intel Core i7-13700H è un potente processore mobile che si abbina alla scheda grafica dedicata. I processori H sono progettati per i portatili da gaming e creator. Con sei core per le prestazioni e otto per l'efficienza, può gestire 20 thread. I core per le prestazioni hanno una frequenza di clock turbo massima di 5 gigahertz, mentre i core per l'efficienza hanno una frequenza di clock di 3,7 gigahertz. Il consumo energetico può arrivare a 115 watt. Ho testato con i benchmark di Cinebench e Geekbench.

Cinebench verifica le prestazioni del processore durante il rendering di modelli 3D. Dato che l'ultima versione ha appena visto la luce, testo sia con la R23 che con la 2024. La CPU viene testata in Geekbench utilizzando scenari simulati. Il benchmark funziona su Windows, MacOS, Linux, Android e iOS. Per i processori basati su x86, la modalità single-core utilizza solo un thread e quindi non sfrutta l’intero core (a livello di prestazioni). I sistemi ARM utilizzano un intero core e quindi hanno un vantaggio che bisogna tenere a mente quando si confrontano i risultati in [Geekbench Browser](https://browser.geekbench.com).

Di seguito sono riportati i risultati del benchmark. Da un lato, ho utilizzato i risultati del predecessore per un confronto. È incluso anche un Acer Swift Go 14, che il nostro collega Jan ha provato. Contiene lo stesso processore del Surface Laptop Studio 2. Il terzo candidato al confronto è un Asus Zenbook S 13 OLED che contiene anche un processore Intel di 13a generazione ma con la designazione U nel nome (i7-1355U). I processori U sono progettati per computer portatili e dispositivi 2-in-1 sottili e a risparmio energetico. In altre parole, per quelli che non hanno una scheda grafica aggiuntiva.

I risultati dell'Acer Swift Go 14 mancano in Cinebench 2024, poiché il benchmark non esisteva al momento del test. Lo stesso vale per il primo Microsoft Surface Laptop Studio.

Nel single-core (in blu nel grafico) di Cinebench R23, il Laptop Studio 2 si comporta circa il 24 percento meglio del suo predecessore. La cifra per Geekbench 6 è del 23 percento. Rispetto all'Acer con la stessa CPU, ha solo pochi punti di vantaggio in entrambi i benchmark. Con il single-core, sono più o meno alla pari. A seconda del benchmark, la CPU Asus, più efficiente dal punto di vista energetico, tiene il passo con una differenza che va dal 4 al 15 percento.

Con i risultati multi-core (in verde), il confronto ha più senso se si utilizza lo stesso numero di thread. Pertanto, il punteggio più che doppio rispetto al suo predecessore non sorprende: ha solo otto thread. Il fatto che sia superiore di circa il 13 percento rispetto all'Acer Swift Go 14 in Cinebench e dell'8 percento in Geekbench depone a favore di Microsoft. O dell'alloggiamento, che è più spesso di sette millimetri e consente quindi un migliore raffreddamento. Sono soddisfatto.

Prestazioni grafiche: sufficienti per 1440p o 1080p a seconda del gioco

Se si scegle la versione più costosa del Surface Laptop Studio 2, si ottiene anche una scheda grafica Nvidia RTX 2000 Ada Laptop. Si tratta di una soluzione grafica professionale per workstation mobili, basata sulla scheda grafica del mio modello di prova. Se si desidera utilizzare il portatile anche per i giochi, il laptop Nvidia GeForce RTX 4060 è la scelta giusta nonostante il prezzo inferiore. Le sue velocità di clock sono un po' più elevate. La scheda grafica è di fascia bassa, ha otto gigabyte di vRAM GDDR6, 3072 shader e un bus di memoria a 128 bit. Normalmente può assorbire fino a 115 watt di potenza, ma nel Surface Laptop Studio 2 è limitato a 80 watt. Di conseguenza, il clock arriva solo a 2010 megahertz invece di 2370.

Poiché il portatile è dotato di una scheda grafica da gioco, ho eseguito dei benchmark di gioco per verificarne le prestazioni. Gioco anche a «Cyberpunk 2077». Ho già giocato l'avventura d'azione open-world impegnativa per la CPU e la GPU su PS5, ma ora ci sono nuovi contenuti, quindi ben vengano.

Per avere un'esperienza di gioco fluida durante le riprese, miro a una media di 60 fotogrammi al secondo (FPS). Inoltre, i fotogrammi non devono scendere sotto i 30 FPS anche quando il personaggio del gioco si gira rapidamente. Ho ottenuto questo risultato con «Cyberpunk 2077» utilizzando le seguenti impostazioni:

  • Risoluzione nativa di 2400 × 1600 pixel (quasi 1440p), preimpostazione grafica «Low», ray tracing disattivato – si ottiene una media di 71 FPS con un massimo di 98 FPS e un minimo di 35 FPS.
  • Risoluzione di 1920 × 1200 pixel (quasi 1080p), preimpostazione grafica «Medium», ray tracing disattivato – risulta una media di 81 FPS con un massimo di 111 FPS e un minimo di 41 FPS.
  • DLSS attivato, risoluzione di 2400 × 1600 pixel (quasi 1440p), preimpostazione grafica «Medium», ray tracing disattivato – risulta una media di 74 FPS con un massimo di 105 FPS e un minimo di 37 FPS.

Se voglio usare il ray tracing in questo gioco, il frame rate occasionalmente scende a 20 FPS o meno a entrambe le risoluzioni con tutte le impostazioni predefinite.

Per mostrare la posizione del notebook con l'interazione di CPU e GPU rispetto ad altri sistemi, ho eseguito i benchmark di gioco di 3DMark. Utilizzo i test di Fire Strike per scoprire come si comporta il notebook quando si utilizzano DirectX 11 e diverse risoluzioni. Time Spy viene utilizzato per eseguire i test con DirectX 12. Infine, Port Royal mette alla prova le prestazioni del ray tracing a 1440p.

Risultati in 3DMark del Surface Laptop Studio 2:

3DMark visualizza i risultati del sistema di confronto dopo i rispettivi test. Il Laptop Studio 2 si posiziona leggermente dietro il Gaming Laptop 2023. La potenza è circa la metà di quella del PC Gaming 2023.

Uso un mouse per i giochi. Ciò che mi preoccupa è che non solo la tastiera è calda, ma anche il mouse a causa dell'aria di scarico del sistema di raffreddamento. È anche fastidioso che i notebook con schede grafiche dedicate siano più rumorosi dei PC desktop quando si gioca, finché non prendo le cuffie.

Prestazioni della batteria: scenari «ufficio moderno» e «gaming»

Con PCMark 10 Professional Edition, è possibile testare le prestazioni della batteria utilizzando vari scenari standardizzati. Metto alla prova la durata della batteria con i profili «ufficio moderno» e «gaming». Nel test di ufficio voglio ottenere un «equilibrio realistico tra attività di scrittura, navigazione web e videoconferenza, separati da brevi tempi di inattività». Il test di gaming «sottopone il sistema a un carico costantemente elevato» eseguendo il Fire Strike Gaming Benchmark in un ciclo continuo. Determina il limite inferiore dell'autonomia con una carica della batteria.

Inizio i benchmark della batteria con una carica del 100 percento: il notebook si spegne al 3 percento. Dopo il riavvio, PCMark mi mostra i rispettivi risultati:

Le 9 ore e 24 minuti del test di ufficio sono coerenti con la mia esperienza. Quando lavoro in giro, la batteria basta per tutta la giornata lavorativa.

Volume della ventola e generazione di calore

Raramente sento la ventola di raffreddamento durante il normale funzionamento. È silenziosa per gli standard dei notebook, anche quando il processore è sotto carico costante, ma è comunque ben udibile. Dalla posizione seduta, misuro un massimo di 39,6 decibel con un fonometro di Testo. A una distanza di 30 centimetri dalle fessure di raffreddamento, il valore è di 42,1 decibel. Tuttavia, se la scheda grafica viene utilizzata anche durante il gioco, i valori sono di 47,5 e 49,6 decibel. Anche se questo è normale per un notebook, mi dà fastidio. Ecco perché di solito gioco sul mio PC desktop o, meglio ancora, comodamente sul divano con la PS5 e il grande schermo.

Come già detto, quando si usa il mouse trovo fastidioso che il flusso d'aria del sistema di raffreddamento esca dall'alloggiamento direttamente a sinistra e a destra all'altezza della mano. L'aria viene aspirata al di sopra di questo punto. Sarebbe auspicabile risolvere il problema nel modo contrario.

L'immagine termica mostra fino a 42 gradi in caso di utilizzo continuo della CPU e durante i giochi.
L'immagine termica mostra fino a 42 gradi in caso di utilizzo continuo della CPU e durante i giochi.
Fonte: Martin Jud

In condizioni di utilizzo continuo, la temperatura dell'alloggiamento vicino al touchpad è di circa 40 gradi centigradi, come si può vedere nell'immagine termica. L'aria di scarico sulla destra ha una temperatura di 42 gradi. Misurando direttamente al lato delle fessure di ventilazione, la temperatura è di 42,9 gradi. È poco. L'esperienza dimostra che, anche senza una scheda grafica dedicata, i notebook tendono a riscaldarsi in media fino a circa 50 gradi in caso di utilizzo continuo. Alcuni superano addirittura il limite di 50 gradi.

Le temperature della CPU e della GPU in particolare mostrano che il raffreddamento fa un buon lavoro. I core del processore raggiungono brevemente i 94 gradi nel test di Cinebench. La temperatura si stabilizza quindi a 73 gradi. Secondo Intel, sarebbero consentiti fino a 100 gradi. Per quanto riguarda la GPU, la temperatura media è di 71 gradi quando si gioca. A breve termine, la loro temperatura può raggiungere gli 82 gradi.

Conclusione: raccomandabile in parte, ma vorrei comunque tenerlo

Microsoft ha fornito un dispositivo meraviglioso che vanta grandi punti di vendita unici. Soprattutto con il display, che può essere spostato sopra la tastiera. Il Surface Laptop Studio 2 è quindi probabilmente il tablet più spesso, ma anche il più potente sul mercato. Chi ama disegnare con la Pen nei programmi Adobe o con altri software sofisticati sarà ben servito. Anche se il display stesso potrebbe essere migliore. Infatti, riproduce correttamente lo spazio colore sRGB, ma con DCI-P3 e Adobe RGB non è fatto per il lavoro professionale. È sufficientemente luminoso e offre funzioni HDR.

È inclusa anche una modalità di pausa.
È inclusa anche una modalità di pausa.
Fonte: Martin Jud

Anche le prestazioni del processore e della scheda grafica sono positive. Questo è direttamente collegato al buon raffreddamento e si abbina alla lavorazione quasi impeccabile, alla buona tastiera e alle generose connessioni, tra cui USB-A e slot micro SD.

Non mi piace il fatto che Microsoft si affidi ancora al connettore di alimentazione proprietario, che fornisce corrente di contatto sull'alloggiamento. Questo non dovrebbe essere il caso di un dispositivo di questo prezzo. E poi Microsoft non include nemmeno la Pen nella fornitura.

Subito dopo il rilascio, il prezzo è stato fissato a 3500 franchi/euro. Ma già 3000 sono troppi.
Subito dopo il rilascio, il prezzo è stato fissato a 3500 franchi/euro. Ma già 3000 sono troppi.
Fonte: Martin Jud

Sono combattuto e posso consigliarlo solo in misura limitata. È una sensazione fantastica lavorarci. Vorrei anche continuare a usarlo, ma non per 3000 franchi. I prezzi di altri notebook con lo stesso processore, la stessa scheda grafica e più o meno la stessa risoluzione (QHD o WQXGA) partono dalla metà del prezzo.

Immagine di copertina: Martin Jud

A 64 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

La mia musa ispiratrice si trova ovunque. Quando non la trovo, mi lascio ispirare dai miei sogni. La vita può essere vissuta anche sognando a occhi aperti.


Informatica
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Notebook
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

Commenti

Avatar