Dietro le quinte

Ecco quanto il virus domina il nostro carrello

Alex Hämmerli
Zurigo, il 09.06.2020
Traduzione: Leandra Amato

La pandemia di coronavirus ha cambiato il nostro comportamento di acquisto. La nostra analisi animata mostra come si è sviluppata dall'inizio dell'anno la domanda di mascherine protettive, attrezzi da giardino o attrezzatura per il telelavoro.

Lockdown, regole di distanza fisica, disinfettanti al supermercato: il coronavirus ha sconvolto le nostre vite. Quanto domini la pandemia nel nostro carrello viene ora dimostrato per la prima volta da una valutazione del nostro comportamento d'acquisto. Dall'inizio di gennaio abbiamo confrontato le vendite settimanali di oltre 2000 gruppi di prodotti con la rispettiva settimana dell'anno precedente. La top 10 dei prodotti con la più alta crescita di vendite su digitec e Galaxus si legge come un dramma in otto atti.

Settimana 1: la quieta prima della tempesta

La notizia di un nuovo tipo di malattia virale si è diffusa attraverso i media nella lontana Cina. Si nota appena nel carrello: i clienti di digitec e Galaxus acquistano 23 volte di più cellulari usati rispetto alla prima settimana del 2019. Ovviamente si tratta di una nuova tendenza. E sono lieti che abbiamo ampliato la nostra gamma di dolciumi.

Settimana 4: sta arrivando qualcosa

Il 13 gennaio, la prima infezione al di fuori della Cina viene confermata in Thailandia. Il primo caso ufficialmente segnalato al di fuori dell'Asia segue negli Stati Uniti il 23 gennaio. A fine gennaio i primi consumatori svizzeri si fanno un'idea della gravità della situazione e acquistano disinfettanti e mascherine come misura precauzionale. Alla fine di gennaio vendiamo 114 volte più maschere e 66 volte più disinfettante dell'anno precedente. Le nostre scorte si esauriscono rapidamente.

D'ora in poi gli articoli erotici del nostro assortimento registrano un boom di vendite: slip, corsetti sexy, love toy, lubrificanti e preservativi. Il motivo è probabilmente l'emergente «social distancing» o «distanza sociale»: passiamo più tempo a casa, da soli o in coppia.

Settimana 8: il virus arriva in Svizzera

Il 25 febbraio il primo svizzero residente in Ticino risulta positivo al test SARS-CoV-2. Altri casi lo seguiranno quotidianamente. Tutto in una volta: il 28 febbraio il Consiglio federale vieta grandi eventi che coinvolgono più di 1000 persone. La popolazione svizzera acquista ancora più disinfettanti, 140 volte in più rispetto all'anno precedente. I primi dipendenti lavorano da casa, e per motivi di ordine acquistano vaschette portadocumenti da collocare sulla scrivania. Aumentano anche le vendite di tastiere, mouse, webcam e altri accessori da ufficio.

Settimana 9: corsa agli acquisti

Il 1° marzo il Consiglio federale lancia la campagna «Nuovo coronavirus: così ci proteggiamo» con raccomandazioni su igiene e distanza. I media riferiscono continuamente sugli ultimi sviluppi. Gli svizzeri iniziano ad accumulare scorte alimentari. Ad esempio, su Galaxus aumentano le vendite di pasta e snack. Prevedono anche tempi duri acquistando fornelli da campeggio.

Settimana 11: montagne di carta igienica

L'11 marzo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) classifica l'evento come una pandemia. Ora gli svizzeri accumulano rotoli di carta igienica: in questa settimana ne vendiamo più di 90 volte tanto – un vero e proprio record. Le mascherine e i disinfettanti sono scomparsi quasi più velocemente di quanto riusciamo a immagazzinarli.

Settimana 12: ho bisogno di un taglio di capelli!

Il 16 marzo il governo dà il via al cosiddetto «lockdown». Chiudono ristoranti, bar, club e molti negozi con effetto immediato, compresi i saloni dei parrucchieri. Presto molte persone non sopportano più la criniera e usano le loro nuove forbici per capelli per dare una sfoltitina in casa. La tendenza si intensifica nelle settimane seguenti.

Il lockdown provoca un enorme afflusso di ordini su digitec e Galaxus: ricordiamo che a metà marzo ci sono voluti in media tre giorni in più del solito perché gli ordini arrivassero ai nostri clienti. Nelle due settimane successive rafforziamo quindi la nostra logistica con oltre 200 nuovi collaboratori e collaboratrici. Riusciamo quindi a ridurre gradualmente l'arretrato. Anche nel servizio clienti non riusciamo a stare al passo con tutte le richieste.

Settimana 13: non sopporto più di stare in questo appartamento!

Metà della Svizzera ora lavora da casa. Passiamo così tanto tempo nelle nostre quattro mura che le macchie sui muri, il tavolo di legno graffiato o le fughe grigie cominciano a darci sui nervi più che mai. Dovendo passare più tempo in casa, gli svizzeri iniziano dei lavori di rinnovazione – molti si improvvisano musicisti, giardinieri o pittori. Le mascherine sono ora del tutto esaurite su Galaxus.

Settimana 18: ci vediamo dietro il vetro acrilico

A metà aprile si delinea la tendenza dei separatori in vetro acrilico, particolarmente apprezzati dalle aziende i cui dipendenti non possono lavorare da casa. Poiché i parrucchieri potranno riaprire i loro saloni a partire dal 27 aprile, le forbici per capelli sono ormai poco richieste.

Settimana 20: nuova fornitura di mascherine

Il Consiglio federale decide un ulteriore allentamento delle misure restrittive: dall'11 maggio, ad esempio, i ristoranti possono di nuovo servire gli ospiti a determinate condizioni. Inoltre, tutti i rivenditori sono ora autorizzati ad aprire di nuovo le loro porte. Finalmente riceviamo un nuovo rifornimento di mascherine. La richiesta di maschere protettive è stata enorme: se negli ultimi giorni ne avevamo un po' in magazzino, le riserve sono state esaurite in brevissimo tempo. Nel frattempo, il commercio all'ingrosso è come il Far West.

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

Cosa ne pensi della nostra valutazione? Hai notato qualcosa che ci è sfuggito? Oppure vuoi raccontarci le tue esperienze durante il lockdown? Allora partecipa alla discussione nella colonna dei commenti in basso.

A 289 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar
Alex Hämmerli
Senior Public Relations Manager
alex.haemmerli@digitecgalaxus.ch

Presso Digitec Galaxus sono responsabile per lo scambio di informazioni con giornalisti e blogger. Le buone storie sono la mia passione; per questo mi tengo sempre aggiornato.


Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

    Skeleton Loader