Crypto wallet: conservare Bitcoin & Co. in modo facile e sicuro

Crypto wallet: conservare Bitcoin & Co. in modo facile e sicuro

Quentin Aellen
Zurigo, il 25.07.2018
Traduzione: Leandra Amato
Recentemente abbiamo aggiunto i portafogli per criptovalute al nostro assortimento. Vorrei mostrarti l'ingresso nel mondo delle criptovalute e spiegarti come conservare Bitcoin e compagnia bella in modo sicuro. Inoltre, ti presento anche i nostri nuovi crypto wallet.

Il tasso di Bitcoin non è così alto come all'inizio dell'anno, ma le criptovalute sono ancora sulla bocca di tutti. Il mio collega Mike Halter spiega cosa sono queste valute criptate:

*Criptovalute**: vale ancora la pena investirci?
RetroscenaInformatica

Criptovalute: vale ancora la pena investirci?

Per scambiare una moneta criptata, non hai bisogno del permesso di nessuno. Tutto ciò di cui hai bisogno è un wallet, letteralmente un portafoglio, per conservare le chiavi della tua valuta criptata. L'analogia con il portafoglio è stata scelta male. Infatti, un wallet è più un conto in banca che un portafoglio. I tuoi beni vengono visualizzati nella blockchain e certificati da tutti i partecipanti. Il patrimonio è la somma di tutte le tue transazioni. Quindi non significa che i tuoi beni vengano conservati nel portafoglio.

In questo articolo vorrei approfondire le diverse possibilità di wallet.

In linea di principio, tutte le criptovalute hanno la stessa struttura: ogni partecipante ha una chiave privata, una chiave pubblica e un indirizzo. La chiave privata serve a criptare le tue transazioni e ad identificarti. È anche la chiave del tuo portafoglio. Ecco perché deve rimanere segreta. Chiunque la conosce ha accesso al tuo portafoglio.

La chiave pubblica deriva dalla chiave privata. Gli altri partecipanti la usano per crittografare le transazioni per te. Solo tu puoi decifrarle. Infine, l'indirizzo deriva dalla chiave pubblica. Questo è necessario affinché qualsiasi cosa possa essere versata al tuo indirizzo.

Ci sono quattro modi diversi per memorizzare le valute criptate: paper wallet, web wallet, software wallet e hardware wallet. Tutti hanno i loro vantaggi e svantaggi.

Paper wallet

Ecco un esempio di chiave privata e pubblica di un paper wallet per Bitcoin
Ecco un esempio di chiave privata e pubblica di un paper wallet per Bitcoin

I paper wallet sono da intendersi come backup. Stampi il tuo indirizzo, le tue chiavi privata e pubblica e conservi la stampa in un luogo sicuro. La carta non ha bisogno di batterie, necessita di poco spazio, è resistente ai magneti e si conserva in un luogo asciutto per diversi decenni. Nella vita quotidiana, tuttavia, un portafoglio di carta è inutilizzabile. Di certo non desideri digitare E9873D79D79C6D87DC0FB6A5778633389459453213303DA61F20BD67FC233AAA33262 ogni volta per effettuare o ricevere una transazione. Oltre a questo, in ogni caso hai bisogno di un web wallet, un software wallet o un hardware wallet per effettuare transazioni.

Web wallet

  • Applicazione browser
  • Massimo comfort, accessibile da ogni parte del mondo
  • La chiave privata è in mani straniere! (Come soluzione «broken by design»!)
  • Rischio accettabile solo per piccole somme di denaro
  • Tali servizi sono obiettivi molto interessanti per gli hacker

Software wallet: app mobile o desktop

Ecco un esempio di wallet su PC (Exodus)
Ecco un esempio di wallet su PC (Exodus)
Esempio di wallet BRD
Esempio di wallet BRD

I software wallet sono il modo più comune per scambiare criptovalute. Sono molto più convenienti del backup su carta. La differenza principale rispetto alla carta è che è possibile determinare l'importo e l'indirizzo a cui trasferire. Ci sono diversi software per diverse piattaforme come Windows, Mac, Android, iOS. Su bitcoin.org vengono raccomandate circa 17 diverse soluzioni software.

Io stesso uso il wallet BRD sul mio smartphone. In definitiva, il software da utilizzare è una questione di gusti. Con il software è possibile memorizzare diverse coppie di chiavi e indirizzi. Puoi anche gestire più valute con molte applicazioni.

Lo svantaggio del software wallet è la sua vulnerabilità a malware e hacker. Se qualcuno ha accesso al tuo telefono o al PC, può rubare la tua chiave privata e i tuoi beni. Inoltre, sono in circolazione anche falsi software wallet. Si consiglia quindi di non riporre somme troppo ingenti in un portafoglio software.

Hardware wallet

Cosa fare se si vuole investire a lungo termine o in somme maggiori? È consigliabile aggiungere un hardware wallet. I portafogli hardware sono dispositivi che assomigliano a una chiavetta USB e sono collegati a un software wallet. Ciò significa che la tua chiave privata è memorizzata su un dispositivo fisico protetto contro attacchi e virus. Con l'aiuto di applicazioni o componenti aggiuntivi per browser, la chiave privata non lascia mai la chiavetta. I portafogli hardware dispongono di meccanismi di sicurezza aggiuntivi installati che proteggono dall'accesso non autorizzato. Inoltre, gli hardware wallet sono generalmente protetti da codice. A seconda del modello, i portafogli possono gestire più chiavi private e pubbliche. Al momento abbiamo in assortimento i seguenti hardware wallet.

Il Ledger Nano S funziona tramite applicazioni per browser Google Chrome o tramite l’app Ledger Live. Questa è un'applicazione nativa che mostra tutte le criptovalute supportate in un portfolio personale. Il wallet Ledger Nano S supporta gran parte dei coin conosciuti e scambiati: Bitcoin, Ethereum, Ripple e Stellar Lumens, per citarne alcuni. Grazie al codice pin, il Ledger Nano S è protetto contro accessi non autorizzati. Se il pin errato viene inserito tre volte, il Ledger si resetta. Può essere ripristinato tramite una frase di sicurezza composta da 24 parole.

Trezor Modello T (funzione di backup)
–35%
203.–anziché 312.–
SatoshiLabs Trezor Modello T (funzione di backup)

Il wallet Trezor Model T di SatoshiLabs è un portafoglio con touch screen integrato. In questo modo è possibile effettuare semplici inserimenti e conferme direttamente sul portafoglio. Si collega tramite USB-C e richiede un driver per essere riconosciuto dal PC. Le transazioni vengono effettuate tramite la pagina Trezor del browser, dove il modello T può essere utilizzato anche per portafogli di altri produttori.

Tutti i nostri portafogli sono stati testati e saranno spiegati più dettagliatamente in un prossimo articolo. Tanto è già stato detto: questi tre potrebbero convincere e sono adatti come hardware wallet.

A 28 persone piace questo articolo


Quentin Aellen
Quentin Aellen
Category Marketing Specialist, Zurigo
Sarò breve: mi piace la tecnologia e mi piace stare nel cuore dell'azione. Quale posto migliore di digitec?

Potrebbero interessarti anche questi articoli