Asus Zenbook S 13 OLED alla prova: sottile, leggero, potente
Test del prodotto

Asus Zenbook S 13 OLED alla prova: sottile, leggero, potente

Martin Jud
10.10.2023
Traduzione: Rebecca Vassella

Piccolo, piatto e comunque adatto alle presentazioni senza adattatore. Questo è l'Asus Zenbook S 13 OLED. Naturalmente mi hanno entusiasmato anche altri aspetti, come l'Intel Core i7-1355U e la rappresentazione dei colori dello schermo.

L'Asus Zenbook S 13 OLED è stato il mio compagno per un mese e mezzo. Tuttavia, mi rendo conto solo ora, durante una riunione di redazione, di quale sia la cosa migliore, oltre al bellissimo pannello OLED. Devo fare una presentazione e mi viene chiesto se il mio notebook ha una porta HDMI, perché serve nella sala riunioni. Il notebook ultrasottile la offre. Chi odia gli adattatori sa quanto possa rendere felice una piccolezza del genere.

ASUS Zenbook S 13 OLED (13.30", Intel Core i7-1355U, 16 GB, 1000 GB)
1276.–

ASUS Zenbook S 13 OLED

13.30", Intel Core i7-1355U, 16 GB, 1000 GB

ASUS Zenbook S 13 OLED (13.30", Intel Core i7-1355U, 16 GB, 1000 GB)
Notebook
1276.–

ASUS Zenbook S 13 OLED

13.30", Intel Core i7-1355U, 16 GB, 1000 GB

Per quanto riguarda gli aspetti negativi dello Zenbook, ero indeciso prima del test. Il raffreddamento potrebbe essere problematico quando la CPU è sottoposta a un carico costante. Deve avere un processore i7 mobile relativamente potente di 13a generazione. Inoltre, il notebook estremamente sottile, che pesa solo un chilogrammo, ha poco spazio per gli elementi di raffreddamento e le ventole.

Alla fine dell'articolo ti dico quanto è rumoroso e quanto si scalda lo Zenbook. In anticipo, posso dire che quando si naviga, si lavora in ufficio o si guarda un film, la ventilazione non è udibile a una normale distanza da seduti.

Panoramica e design dell'hardware

Asus vende lo Zenbook S 13 OLED in diverse versioni a seconda del Paese: con CPU Intel o AMD, con un normale touchpad o con un tastierino numerico integrato. Inoltre, con o senza touchscreen e diverse connessioni (USB4 invece di Thunderbolt 4, con o senza HDMI).

HDMI 2.1 e due Thunderbolt 4.
HDMI 2.1 e due Thunderbolt 4.
Fonte: Martin Jud

Il mio modello di prova ha un layout di tastiera CH. Attualmente è disponibile solo con processore Intel i7, touchpad normale e OLED senza touchscreen. Tuttavia, dispone di due porte Thunderbolt 4 (USB-C, supporto per DisplayPort e Power Delivery), una USB 3.2 Gen 2 di tipo A, una HDMI 2.1 e un jack da 3,5 mm. La ricarica del notebook non avviene tramite una connessione di alimentazione separata, ma tramite una delle due porte Thunderbolt 4.

Tastiera inclinata, jack da 3,5 mm e USB 3.2 Gen 2 di tipo A.
Tastiera inclinata, jack da 3,5 mm e USB 3.2 Gen 2 di tipo A.
Fonte: Martin Jud

L'alloggiamento, sottile poco più di un centimetro, è realizzato in alluminio e magnesio. Quando si apre il display, la base si solleva automaticamente un po', in modo che la tastiera risulti leggermente inclinata durante la digitazione. Mi piace questa funzione.

Ecco le specifiche dell'unità di prova di colore «Ponder Blue»:

Oltre al potente processore, alla memoria generosa e al display OLED che invita a guardare i film, anche la batteria non è male, nonostante la massa ridotta.

Display OLED: visualizza con precisione DCI-P3, sRGB e Adobe RGB

Il pannello OLED, che si trova vicino ai bordi laterali del coperchio, offre una risoluzione di 2,8K a 60 hertz, il che significa che non può visualizzare video 4K in modo nativo. Tuttavia, i suoi 255 pixel per pollice offrono un'immagine molto nitida. Inoltre, è presente il supporto per Dolby Vision e HDR 500 che, dopo aver attivato l'impostazione HDR di Windows, visualizza il materiale video corrispondente con gradazioni di luminosità più dettagliate e un picco di luminosità maggiore. Questo, insieme al tipico nero OLED, conferisce all'immagine una profondità che non si ottiene mai con i video SDR.

Il picco di luminosità per i contenuti HDR raggiunge i 550 nit con questo display, che, purtroppo, non posso verificare con i miei strumenti. Tuttavia, i miei occhi sono molto soddisfatti di ciò che il piccolo display riesce a creare come sostituto del televisore in vacanza la sera. Il picco di luminosità SDR è di 400 nit.

Luminosità, uniformità e riproduzione dei colori

Quanto è luminoso il display, a parte l'HDR, quanto è accurata l'uniformità dell'illuminazione e quanto è precisa la rappresentazione dei colori, lo scopro con un ColorChecker Display Plus di Calibrite.

Il display offre la buona uniformità tipica degli OLED.
Il display offre la buona uniformità tipica degli OLED.
Fonte: Martin Jud

Tipico degli OLED, il display è illuminato in modo molto uniforme. La deviazione maggiore è solo del 3% (11 nit), non percepibile senza strumenti di misura. Oltre all'uniformità, ho misurato anche la luminosità dell'intero schermo: 366 nit. A partire da 300 nit, uno schermo mi permette di lavorare bene all'interno alla luce del giorno. Sul balcone, tuttavia, preferirei avere 400 nit, da cui il dispositivo non è lontano.

In termini di riproduzione dei colori, Asus vanta una copertura del 100% dello spazio colore DCI-P3, importante per la produzione di film. Posso confermarlo e lodare ancora di più il pannello: nello spazio colore Adobe RGB, importante per la creazione di template, ho misurato una copertura non proprio del 100%, ma il 98% è comunque un valore di punta. Anche lo spazio colore sRGB, comune per i normali lavori digitali e per la navigazione, è coperto al 100%.

Tastiera e touchpad: tattili e silenziosi

La tastiera non ha un tastierino numerico, ma i tasti sono retroilluminati e di grandi dimensioni. La distanza tra i tasti è uguale a quella delle comuni tastiere da tavolo ed è di 19 millimetri, misurata dal centro del tasto a quello successivo.

Quando premo i tasti, che sono spessi 1,4 millimetri, avverto una netta resistenza all'inizio della pressione, ma poi si abbassano senza problemi. Mi sono abituato rapidamente alla nuova sensazione di digitazione, anche se preferisco i tasti lineari. La lavorazione sembra pulita: i tasti non si muovono tanto.

Tasti grandi, touchpad grande.
Tasti grandi, touchpad grande.
Fonte: Martin Jud

Poiché la tastiera rimane molto silenziosa anche quando i tasti vengono premuti con forza, è adatta anche agli uffici open space. L'unica cosa che mi infastidisce un po' è che i LED della retroilluminazione di alcuni tasti si intravedono sotto i keycap prima di altri se visti da un'angolazione piatta.

Non ho nulla di negativo da dire sul touchpad. È grande, 13 × 8 centimetri, e la sua superficie è scivolosa, come mi aspettavo. Anche le dita sudate scivolano con precisione millimetrica.

Altoparlanti: buon suono per un notebook

Gli altoparlanti certificati Dolby Atmos sono discretamente posizionati sui lati all'altezza del touchpad. Le loro sporgenze sono visibili solo quando sollevo il notebook.

Gli altoparlanti stereo sono montati sul lato rivolto verso il basso.
Gli altoparlanti stereo sono montati sul lato rivolto verso il basso.
Fonte: Martin Jud

Offrono un suono piacevole con un buon effetto stereo. In particolare, le voci sono molto chiare, sia che si tratti di uomini che di donne. Nei film e nella musica, gli alti, i medi e i bassi superiori sono solitamente equilibrati ed energici. Con i bassi molto bassi, tuttavia, i piccoli altoparlanti non sono molto potenti, come quelli di tutti gli smartphone e i computer portatili. Nel complesso, direi che sono altoparlanti discreti per un notebook.

Prestazioni del processore: Cinebench e Geekbench

Ho testato il processore con i benchmark di Cinebench e Geekbench. Con l'Intel Core i7-1355U dello Zenbook, due core per le prestazioni e otto per l'efficienza competono con un totale di dodici thread. I core raggiungono rispettivamente 5 e 3,7 gigahertz con il turbo e possono assorbire fino a 55 watt.

Il benchmark della CPU Cinebench di Maxon verifica le prestazioni del processore durante il rendering di modelli 3D. Dato che l'ultima versione ha appena visto la luce, testo sia con la R23 che con la 2024.

Geekbench utilizza scenari simulati per testare la CPU in funzionamento single-core e multi-core. Il benchmark funziona su Windows, MacOS, Linux, Android e iOS, per cui è possibile effettuare confronti incrociati tra diverse architetture di processori, che devono essere comunque presi con le pinze. Per i processori basati su x86, la modalità single-core utilizza solo un thread e quindi non sfrutta l’intero core (a livello di prestazioni). I sistemi ARM utilizzano un intero core e quindi hanno un vantaggio. Ecco cosa bisogna tenere a mente quando si confrontano i risultati in Geekbench Browser (https://browser.geekbench.com).

Di seguito sono riportati i risultati dello Zenbook. A titolo di confronto, testo il Lenovo Yoga 9i (2023), che ha lo stesso processore. Così come l'Acer Swift Go 14 con una CPU leggermente più potente, anch'essa di 13a generazione. Generazione Intel:

I risultati dell'Acer Swift Go 14 mancano in Cinebench 2024, poiché il benchmark non esisteva al momento del test.

Nei test multi-core di Cinebench R23 e Geekbench 6, i risultati migliori dell'Acer Swift Go 14 rendono chiaro quanto siano maggiori le prestazioni di 20 invece di 12 thread. Con solo quattro core in più e una velocità di clock superiore di 0,6-0,7 gigahertz, la CPU dell'Acer raggiunge prestazioni circa doppie. A condizione che il software sia programmato in modo tale da poter utilizzare i numerosi core, questo è un aspetto positivo. Tuttavia, il già citato processore i7-13700H è in grado di assorbire più energia, fino a 115 watt.

Poiché le prestazioni dei processori mobili dipendono fortemente dalla potenza di raffreddamento, il confronto tra lo Zenbook e un concorrente con lo stesso chip è più interessante. Nel Lenovo Yoga 9i, l'Intel Core i7-1355U ha prestazioni quasi uguali o peggiori. Un'indicazione che Asus ha fatto molto meglio con il raffreddamento dello Zenbook.

I risultati corrispondono anche alle mie sensazioni generali sulla CPU: non mi abbandona mai mentre lavoro. Se voglio archiviare file o codificare qualcosa, è più veloce di quanto fossi abituato in passato.

Prestazioni grafiche: 3DMark Night Raid (gaming al livello più basso)

Il 3DMark Night Raid è stato ideato per testare le prestazioni grafiche dei dispositivi con una GPU integrata. Si tratta in pratica di un misuratore delle prestazioni per il livello base del gaming. Integrata significa che l'unità grafica si trova insieme alla CPU sul system-on-a-chip (SoC) – l'Intel Core i7-1355U. Se si desidera una maggiore potenza, è necessaria una «scheda grafica» dedicata.

La grafica Intel Iris Xe dello Zenbook ha 69 unità di esecuzione e un clock fino a 1,3 gigahertz. Ottiene un punteggio di 14 519 con Night Raid. Questo risultato è calcolato sulla base di un punteggio grafico di 18 829 e di un punteggio CPU di 6321.

Secondo 3DMark, queste prestazioni sono leggermente inferiori a quelle di un portatile medio da ufficio 2023 con Intel Core i7-1360P (punteggio Night Raid di 16 304). Poiché l'i7-1360P, con due core più performanti e un'unità grafica con un clock superiore di 0,2 gigahertz, è in realtà un po' più forte, questo si adatta. Anche in questo caso, lo Zenbook sembra offrire ciò che ci si può aspettare dal suo SoC.

Come portatile da gioco medio del 2023, 3DMark elenca un dispositivo con AMD Ryzen 9 7940HS e Nvidia RTX 4070 come confronto dopo il test. Per questo, il punteggio di Night Raid è 49 992. Si tratta di prestazioni tre volte superiori a quelle dello Zenbook.

Prestazioni della batteria: 11 ore e 30 minuti nello scenario «ufficio moderno»

Con PCMark 10 Professional Edition, è possibile testare le prestazioni della batteria utilizzando vari scenari standardizzati. Ho testato la durata della batteria con il profilo «ufficio moderno». Questo per ottenere un «equilibrio realistico tra attività di scrittura, navigazione web e videoconferenza, separati da brevi tempi di inattività».

Inizio il benchmark della batteria con il 100% di carica: al 3% il notebook si spegne da solo. Dopo il riavvio, PCMark mi mostra il risultato: «11 h 30 min».

Le undici ore e mezza coincidono con il fatto che devo ricaricare il notebook in media dopo circa un giorno e mezzo di lavoro. Sono soddisfatto.

Volume della ventola e generazione di calore

Per i lavori normali che non mettono il processore sotto carico per molto tempo, sento la ventola solo quando mi avvicino. Da seduti, si sente solo quando il notebook scarica e installa aggiornamenti in background.

Il raffreddamento diventa davvero udibile quando metto alla prova la CPU con i benchmark. Ho misurato fino a 36,3 decibel con il mio fonometro Testo durante i benchmark da seduto. A una distanza di 30 centimetri dal ventilatore, il valore è di 40,1 decibel. Questo rende lo Zenbook uno dei notebook più silenziosi. Per esempio, si comporta altrettanto bene come il Dell XPS 13 Plus, che ha le stesse dimensioni ma pesa 230 grammi.

La temperatura dell'alloggiamento raggiunge i 48,7 gradi centigradi quando i core del processore sono sotto carico continuo.
La temperatura dell'alloggiamento raggiunge i 48,7 gradi centigradi quando i core del processore sono sotto carico continuo.
Fonte: Martin Jud

La temperatura dei core del processore sale brevemente a 92 gradi con il turbo durante i test Cinebench. In seguito, però, si abbassa rapidamente. In media, la temperatura della CPU è di 73 gradi sotto carico continuo.

L'alloggiamento raggiunge i 48,7 gradi. Tuttavia, la diffusione è limitata: non tutti i tasti si scaldano allo stesso modo. Le temperature dell'alloggiamento a carico continuo in questo intervallo non sono insolite. I dispositivi con più core nella CPU possono talvolta raggiungere temperature superiori a 50 gradi. A proposito, senza un carico continuo, la tastiera è solitamente a temperatura ambiente.

Conclusione: dispositivo bello, piccolo e ben progettato

Sei alla ricerca di un notebook piccolo e leggero con un'autonomia sufficiente e un processore relativamente potente? Uno che non sia solo adatto al gaming, ma anche a lavorare e guardare film? Allora l'Asus Zenbook S 13 OLED probabilmente farà al caso tuo. Il SoC offre prestazioni solide. La cosa bella è che il suo display OLED non convince solo durante lo streaming, ma anche durante l'editing delle foto grazie alla buona copertura dello spazio colore sRGB e AdobeRGB.

Particolarmente degni di nota, oltre a un sistema di raffreddamento all'altezza della CPU, sono le connessioni ben progettate. Thunderbolt 4 (USB-C), USB-A più HDMI 2.1 e connessione audio sono esattamente ciò di cui ho bisogno. L'unica cosa che mi manca è un lettore di schede, che non funziona senza un adattatore.

Se cerchi notebook con caratteristiche simili, noterai subito che lo Zenbook ha un prezzo giusto, considerando l'hardware installato. Ad esempio, il Lenovo ThinkPad X13 Gen 4 (Intel) con specifiche praticamente identiche costa circa 400 franchi in più al momento della pubblicazione di questo articolo.

Immagine di copertina: Martin Jud

A 52 persone piace questo articolo


User Avatar
User Avatar

La mia musa ispiratrice si trova ovunque. Quando non la trovo, mi lascio ispirare dai miei sogni. La vita può essere vissuta anche sognando a occhi aperti.


Informatica
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Notebook
Segui gli argomenti e ricevi gli aggiornamenti settimanali relativi ai tuoi interessi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

  • Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

  • Skeleton Loader

Commenti

Avatar