Non sei connesso a internet.
Corporate logo
ComputerRecensione 1122

Lenovo Yoga C930: affilato

Yoga C930 è il degno successore dello Yoga 920. Ecco una recensione di quello che contraddistingue questo notebook.

Yoga C930? Esatto, hai letto bene. Il successore dello Yoga 920 porta il prefisso C. Visto che tutti i notebook consumer premium di Lenovo hanno il nome Yoga, il produttore cinese ha dovuto inventare un nuovo nome: i notebook Yoga classici, i Convertible, hanno ora il prefisso C. Ma dopo tutta questa inutile teoria sul nome, ecco un paio di fatti concreti.

  • Intel Core i7-8550U con 1.8 GHz
  • Intel UHD Graphics 620
  • RAM DDR4 2400 16 GB
  • SSD 512 GB
  • Schermo touchscreen IPS 13.90" lucido
  • Batteria a polimeri di litio, 4 celle con 60 Wh
  • Windows 10 Home
  • YOGA C930-13IKB (13.90", UHD, Intel Core i7-8550U, 16GB, SSD)
  • YOGA C930-13IKB (13.90", UHD, Intel Core i7-8550U, 16GB, SSD)
  • YOGA C930-13IKB (13.90", UHD, Intel Core i7-8550U, 16GB, SSD)
CHF 1799.–
Lenovo YOGA C930-13IKB (13.90", UHD, Intel Core i7-8550U, 16GB, SSD)
Perfetta lavorazione in alluminio. Una vasta gamma di funzioni. Design elegante, ultra sottile e super leggero. Ogni componente dello Yoga C930 Convertible è progettato per ottimizzare l'esperienza del cliente.
2

Disponibilità

Invio postale

  • Più di 10 pezzo(i)
    nel nostro magazzino

Ritiro

  • Basilea: domani alle 12:30
  • Berna: domani alle 12:00
  • Dietikon: domani alle 13:30
  • Ginevra: domani alle 14:00
  • Kriens: domani alle 13:00
  • Losanna: domani alle 12:30
  • San Gallo: domani alle 13:00
  • Winterthur: domani alle 12:00
  • Wohlen: domani alle 11:00
  • Zurigo: domani alle 12:15

PickMup

Solo se ordini immediatamente.
Tutte le informazioni senza garanzia.

Visualizza i dettagli

Design e connessioni

Se Yoga C930 non dovesse funzionare più, potresti usarlo come raspa per piedi.

Lo C930 è affilato nel vero senso della parola. Considero un miracolo il fatto che i miei colleghi non abbiano dovuto portarmi via dal lavoro con i polsi a pezzi. Infatti, i bordi della parte inferiore del notebook sono affilati come un rasoio. Questa è la più grande critica che ho sul design.

Gli altoparlanti integrati nella cerniera sono un punto di forza del design.

Mi piace l’aspetto del Convertible completamente chiuso. Il mio dispositivo di prova è grigio ferro. Gli altoparlanti che si trovano nella cerniera sono davvero degli eye-catcher. I fori fanno apparire il dispositivo più slanciato, anche se in questo modo non diventa più veloce. I fori non rendono più veloci. Ned Flanders lo sa bene:

Se guardi lo Yoga da un lato, vedi che ha la forma di un parallelogramma. Il display è leggermente spostato nella parte inferiore. Un altro dettaglio piacevole è che lo C930 ha bordi arrotondati sul retro e spigoli affilatissimi davanti. Pesa 1,38 kg e misura 22,7 x 32,2 x 1,49 cm.

2x Thunderbolt 3, 1x USB A 3.1 e 1x jack per cuffie

Quando si apre ecco apparire display, tastiera e trackpad. Ma ne parlerò dopo. Ciò che mi disturba dal punto di vista del design è la presenza di una barra nera alta circa 2,5 cm sotto il display. Finito con le mie impressioni sul design: nel complesso, lo trovo estremamente riuscito, semplice, ma comunque frivolo.

La barra nera sotto lo schermo è un pugno in un occhio.

Come connessioni, Lenovo fornisce due porte USB di tipo C – che supportano contemporaneamente USB 3.1 e Thunderbolt 3 – una porta USB 3.1 di tipo A e un jack per cuffie. Devi rinunciare a una porta per display o connessione HDMI. Le possibilità di connessione sono completate da Bluetooth 4.1 e WiFi 5 (802.11ac).

Display

Il display IPS multitouch da 13,90” ha una risoluzione di 2160p e una profondità cromatica di 8 bit. Inoltre, secondo il produttore, il display è certificato per Dolby Vision. Mi stupisce! Dolby Vision non avrebbe bisogno di un display a 12 bit? Secondo lo strumento di diagnosi DirectX di Windows 10, il pannello non è nemmeno in grado di riprodurre contenuti HDR.

Per provarlo, guardo alcuni contenuti Dolby Vision su Netflix. Prima guardo «Godzilla: Minaccia sulla città». Rispetto al mio notebook da lavoro, noto contrasti di colore migliori, ma non così estremi come su un televisore. Ho la stessa impressione per «Altered Carbon».

Nel test di monitor EIZO non ho riscontrato nulla di negativo. Il display non presenta errori di pixel, i gradienti sono chiaramente visualizzati, le scale di grigio sono omogenee, gli angoli di visualizzazione sono stabili e il testo viene riprodotto chiaramente.

Inoltre, anche se si tratta di un display lucido, riflette relativamente poco. Ho potuto lavorare anche all’aperto, sotto i raggi del sole.

Con lo Yoga puoi lavorare anche sotto i raggi di sole.

Il touchscreen dello C930 reagisce in modo affidabile. Per avere più precisione, puoi utilizzare il touchscreen con la penna digitale integrata, che si trova sul retro dell’alloggiamento, a destra.

Puoi riporre la penna dello C930 in modo facile e comodo.

La copertura dello spazio colore è piuttosto profonda: 94% per sRGB e solo 60% circa per Adobe RGB. Anche se il display offre un'ottima immagine per guardare film, è meno adatto ai graphic designer.

Altoparlanti

Gli altoparlanti sono integrati nella cerniera e dispongono del sistema Dolby Atmos. Sì, per lo Yoga C930 puoi risparmiare denaro per Dolby Atmos...è già dentro! Sono sempre scettico quando il Dolby Atmos viene pubblicizzato su un dispositivo con due soli diffusori frontali. Ma lo C930 mi ha dato una lezione.

Ho usato le visualizzazioni per Dolby Vision anche per testare gli altoparlanti. Ho chiamato il mio collega Martin Jud, che ha già lavorato intensamente con il suono surround.

Der Surround-Dschungel: <strong>THX, DTS und Dolby</strong>
AudioSapere

Der Surround-Dschungel: THX, DTS und Dolby

Wow. Siamo entrambi entusiasti. Non avevamo mai avuto un sound del genere su un notebook. Il sistema di altoparlanti produce in realtà un suono che riempie molto di più rispetto al normale impianto stereo. In «Lost in Space» il suono sembra avvicinarsi non solo frontalmente, ma anche lateralmente. Questo non può essere paragonato direttamente a un impianto 5.1 o 7.1, ma è davvero affascinante. Ci piace il suono pieno.

Ma anche i contenuti che non supportano ufficialmente Dolby Atmos vengono riprodotti impeccabilmente. L’urlo di Godzilla fa tremare il piccolo meeting box dove ci troviamo per svolgere il test. Quando il mostro di tutti i mostri rilascia il suo laser, abbiamo l'impressione che passi davvero davanti a noi da sinistra a destra. Certo, con i due altoparlanti integrati non si ha l'impressione che il suono provenga da dietro, ma si diffonde davvero meglio nella stanza.

Tastiera e trackpad

La tastiera è ben strutturata. I tasti sono posizionati in modo tale da permettermi sempre di beccare il tasto giusto. L’alzata dei tasti è un po’ bassa (1,3 mm) e li rende duri da premere. Il poggiapolsi non è abbastanza grande per me. Sposto i polsi sempre sugli spigoli affilati ed è molto scomodo quando scrivo.

Tastiera e trackpad sono molto ordinati.

Il trackpad è troppo piccolo per i miei gusti, ma almeno reagisce in modo molto affidabile. Mi piace la finitura superficiale.

Lenovo fornisce anche uno scanner di impronte digitali sulla destra sotto la tastiera. Ha sempre funzionato in modo affidabile durante il mio test e ha sbloccato Windows in pochi millisecondi.

Batteria

Lo C930 è dotato di una batteria a 4 celle ai polimeri di litio con 60 Wh. Così lo Yoga si trova al livello medio-basso per quanto riguarda le dimensioni della batteria. Come il mio collega Martin Jud, analizzo anche io il dispositivo nello streaming su YouTube. A differenza sua, però, con due terzi della luminosità massima, perché personalmente metà della luminosità massima è troppo scura per me alla luce del giorno. In questo modo dura 5,5 ore. Se uso il dispositivo per il normale lavoro d'ufficio, dopo poco più di 9 ore non ha più fiato.

Ovviamente ho sottoposto lo Yoga C930 anche allo stress test Heavy Load. Qui la batteria dura 2 ore e 15 minuti. Durante lo stress test il dispositivo emana un grande calore, non così estremo da scottarmi, ma non voglio appoggiare il notebook sulle gambe in questo stato.

La carica completa richiede un tempo relativamente lungo. Mi ci sono volute circa 2 ore e 20 minuti prima di raggiungere il 100% delle prestazioni della batteria.

Lo Yoga ha un aspetto elegante, ma comunque frivolo.

Prestazioni

Il processore Intel Core i7-8550U integrato è un processore quad-core con un massimo di otto thread. Funziona a una frequenza di clock di 1,8 GHz e ha un TDP massimo di 25 W. Questo rende il consumo energetico di 10 W più alto rispetto ad Acer Swift 5, che ho recentemente testato. Il maggiore consumo energetico si riflette nella potenza. Lo C930 raggiunge un punteggio di 630 nel benchmark della CPU di Cinebench R15, quasi il doppio dello Swift 5.

Dal punto di vista delle prestazioni, lo C930 non dovrebbe piegarsi troppo.

Sul chip è integrata Intel UHD Graphics 620. Lo Yoga non ha una soluzione grafica dedicata, che può essere vista nel benchmark OpenGL di Cinebench R15. Qui rende solo 53 fps. A confronto: nel test di confronto degli ultrabook di Martin Jud, i dispositivi hanno ottenuto ciascuno un punteggio di circa 100 punti. Ovvio, tutti i dispositivi hanno una soluzione grafica dedicata. Lo Yoga C930 rientra nella stessa fascia di prezzo dei dispositivi testati, ma offre prestazioni molto inferiori.

<strong>Fünf Ultrabooks im Ring:</strong> Acer vs. Asus vs. Dell vs. HP vs. Lenovo

Fünf Ultrabooks im Ring: Acer vs. Asus vs. Dell vs. HP vs. Lenovo

C930 non è adatto ai videogiochi. Come lo Swift 5, lo Yoga è adatto alle attività quotidiane come lo streaming, Office e la navigazione. Le applicazioni si avviano rapidamente e si possono modificare facilmente anche le foto. È incluso anche l'editing video fino al Full HD. Tuttavia, le attività di rendering più grandi richiedono molto tempo.

Ho evitato i benchmark gaming sullo Yoga, perché non sono promettenti a causa dei componenti integrati. Ma lascio ancora in esecuzione i benchmark Geekbench 4 per CPU e GPU.

Nel benchmark della CPU, lo Yoga C930 raggiunge un punteggio single core di 4’736 e multi core di 14’793. Confronto i punteggi su Geekbench. Cerco il processore, filtro per punteggi decrescenti e sistema operativo. Il miglior punteggio single core è di 5’124 e il miglior punteggio multi core di 16’932. Così lo Yoga si trova al livello medio-basso.

Nel benchmark per la GPU la situazione cambia. Con un punteggio di 18’559, lo C930 è molto indietro rispetto al miglior punteggio di 39’279.

Un breve commento sul mio metodo di analisi: ho effettuato i benchmark più volte in ciascun caso e ho utilizzato i migliori risultati per il confronto.

Conclusione

Lo Yoga C930 è un eccellente notebook per il tempo libero. Infatti, il dispositivo è perfetto per guardare film, navigare su Internet e ascoltare musica. Il display e gli altoparlanti assolutamente geniali sono davvero divertenti. Il Convertible ti accompagna in ogni situazione della vita.

Arte
al parco,

Il dispositivo è stato elaborato davvero bene, tranne che per gli spigoli affilati. È piacevole accarezzarlo e ammirarlo. Anche Apple può incassare il colpo.

Il notebook è adatto al fotoritocco e al montaggio di video oppure al semplice editing. Per roba più complessa, lo C930 raggiunge i suoi limiti – ad esempio gaming, nuovi giochi...dimenticali. Per il prezzo mi sarei aspettato una soluzione grafica dedicata.

al lago oppure
durante l’allenamento Calisthenics, lo Yoga C930 si adatta a ogni situazione della vita.

La certificazione Dolby Vision per un pannello a 8 bit è alquanto discutibile. I contrasti di colore sono molto buoni, ma non ho l'impressione che il pannello possa competere con i televisori Dolby Vision.

Tuttavia, il punto negativo maggiore del dispositivo è sicuramente rappresentato dagli spigoli affilati. Non posso usare lo Yoga C930 per lunghi lavori d'ufficio perché i miei polsi col tempo iniziano a far male.

Dovresti acquistare lo Yoga C930? Dipende. Se sei alla ricerca di un bel Convertible per il tuo tempo libero e sei disposto a spendere quasi 2000 franchi, posso consigliarti questo dispositivo. Se hai l'opportunità, potresti anche inviarci una descrizione di esempio – abbiamo esposto lo Yoga C930 nei nostri negozi. Forse, gli spigoli affilati non ti disturbano più di tanto.

Tuttavia, per me, rappresentano un criterio importante. Che peccato, lo Yoga C930 è come un paio di scarpe per me: penso siano fantastiche e le voglio davvero, ma, semplicemente, non vanno bene.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

MacBook Air 2018: perché esiste ancora?
ComputerRecensione

MacBook Air 2018: perché esiste ancora?

User

Kevin Hofer, Zurigo

  • Editor
Tecnologia e società mi affascinano. Combinarle entrambe e osservarle da punti di vista differenti sono la mia passione.

11 Commenti

3000 / 3000 caratteri

User zurimonster

when can you start to sell laptops with US layout....

17.11.2018
User jaceneliot

Never, just buy in USA if you want that, here it's Switzerland

18.11.2018
User zurimonster

Sorry, I mean no offence. I wanted to have a US layout because it is a little more convenient for programming, especially when it comes to special characters.

19.11.2018
User simon.laube

THIS IS SWITZERLAND *kick you in big black hole*

03.12.2018
User David Lim

Hey guys, that's a legitimate question... ^^*
@zurimonster: I'm sorry but our suppliers often don't offer notebooks with US layout. Therefore it's very hard for us to get our hands on them.

12.12.2018
Rispondi
User torxxl

Bonjour,
Je partage vos avis, mais sur le mien avec l'écran 4K UHD IPS 3840x2160 je tiens à peine 4 heures avec une luminosité faible.... Problème ? Ou vos tests étaient fait sur l'écran full HD (1920 x 1080) ?

14.11.2018
User rivendare

Apple a lancé la mode avec Retina, mais Retina c'est 2880x1800, ce qui est bien plus raisonnable que UHD. Même sur un 27 pouces, la résolution UHD sans scaling rend le texte presque illisible, alors sur un 13 pouces...

10h de batterie en 1080p valent largement tous les écrans UHD du monde :) Peut-être y a-t-il un compromis à trouver, comme certaines résolutions 3:2 3000x2000 chez Google ou 2256 x 1504 chez Microsoft.

25.11.2018
User torxxl

J'ai testé un HP Elitebook x360 G2, jolie machine, mais max 6 heures d'autonomie avec une résolution de (1 920 x 1 080) . Je pense que si Apple ne propose toujours pas de solution tactile, c'est que l'autonomie est plus faible. Après c'est un choix à faire entre tactile ou autonomie, sur toutes les marques.

26.11.2018
Rispondi
User rayc1977

LOL, ein UHD-Display mit 8-Bit Farbtiefe. Dass kann ja wohl nur ein Fehler sein, das wären 256 Farben.
Damit wäre das Gerät seit 25 Jahren veraltet.

19.11.2018
User Firun

Hier geht es um die LUT (LookUp Table) - und das sind dann 8 Bit pro RBG Kanal, was zusammen 8 + 8 + 8 Bit und damit 24 Bit, also die berühmten 16.7 Millionen Farben, ergibt. Meines Wissens haben billige Monitore 6 Bit LUTs mit FRC zum Hochskalieren, Profi-Monitore 10 / 12 Bit, und es gibt auch schon 14 / 16 Bit LUTs - die sind dann auch direkt via LUT hardwarekalibrierbar statt über die Tonkurve der Grafikkarte wodurch keine Farben "verloren" gehen.

22.11.2018
Rispondi
User Joel_Gut93

Wie sehr muss man ein JPEG misshandeln, dass es eine Grösse von 289.5 MB erreicht?

19.11.2018