Huawei Mate 10 Pro: chic, potente ed elegante // Aggiornamento 24.10.2017
Huawei Mate 10 Pro: chic, potente ed elegante // Aggiornamento 24.10.2017
Novità e trendMobile

Huawei Mate 10 Pro: chic, potente ed elegante // Aggiornamento 24.10.2017

Livia Gamper
Zurigo, il 04.12.2017
Responsabile di traduzione/revisione: Alessandra Ruggieri De Micheli
«I am what I do»: è lo slogan del Huawei Mate 10 Pro. Gli smartphone di punta del marchio sono stati appena presentati al pubblico a Monaco di Baviera. Abbiamo qualche notizia per te. Vuoi il Mate 10 Pro con una penna smart, che normalmente non è inclusa nella consegna? Allora affrettati.

Le voci degli ultimi giorni sono false, almeno in parte: l'Huawei Mate 10 Pro non ha una penna. Tuttavia è considerato un concorrente del Samsung Galaxy Note 8, poiché Huawei ora offre anche una modalità PC che funziona con un cavo, senza docking station. E la batteria è più efficiente.

Quello che invece le voci hanno azzeccato, specialmente quelle della piattaforma cinese clone di Twitter Sina Weibo, è che il Mate 10 Lite e il Mate 10 Pro sarebbero stati presentati al mondo oggi.

Smartphone
/>
Mate 10 Pro + Moleskine Set (128GB, Grigio Titanio, 6", Doppia SIM, 20Mpx, 4G)
Huawei Mate 10 Pro + Moleskine Set (128GB, Grigio Titanio, 6", Doppia SIM, 20Mpx, 4G)

Mate 10 Pro + Moleskine Set (128GB, Marrone moka, 6", Doppia SIM, 20Mpx, 4G)
Huawei Mate 10 Pro + Moleskine Set (128GB, Marrone moka, 6", Doppia SIM, 20Mpx, 4G)

Caricare la batteria da 4000mAh richiede solo mezz'ora. Ci volevano solo 20 minuti con il modello precedente, ma il nuovo Mate 10 utilizza la stessa batteria per alimentare una tecnologia molto più avanzata.

Con soli 178 grammi, è più leggero di molti telefoni della concorrenza e, grazie alla certificazione IP67, lo smartphone è antipolvere e resiste fino a mezz'ora sott’acqua a una profondità di un metro.

Così puoi ascoltare la musica anche sotto la doccia.

E puoi star sotto l’acqua con il telefono per ore e ore, perché il produttore garantisce fino a 505 ore di standby e 32 ore di conversazione, secondo i test in laboratorio. Per una doccia, dovrebbe bastare.

Cos’altro è in grado di fare l'hardware?

Il Mate 10 è dotato di doppia fotocamera, una da 20 e una da 12 megapixel, per ottenere le migliori immagini che un telefono Huawei possa scattare. Durante la presentazione, non è stato specificato se una delle fotocamere abbia un obiettivo grandangolare o meno. Ma dato che comunque sto testando il telefono, presto vedrai le foto che ho scattato con il Mate 10 anche senza le informazioni omesse alla presentazione.

La fotocamera è molto promettente, soprattutto considerando che è in grado di pensare: grazie all'intelligenza artificiale di cui è dotata, il sistema sa distinguere 13 scenari diversi e regolare automaticamente le impostazioni. Il Mate 10 riconosce il cibo e – viviamo nell'era di internet – i gatti. Anche altri animali, credo. Inoltre, grazie all’effetto bokeh artificiale, il Mate 10 dà filo da torcere a fotocamere molto costose.

È possibile visualizzare le immagini sullo schermo amoled, che ha una diagonale di sei pollici.

L’amoled è una tecnologia dello schermo che, in poche parole, genera luce tramite l'attivazione elettronica. Il TFT (Thin Film Transistor) funziona come una serie di interruttori che controllano il flusso di corrente per ogni pixel.

Con questa tecnologia e l’immagine di sfondo adatta, è possibile ridurre il consumo energetico. Trovi altre informazioni a riguardo qui:

*True Black** – Stromsparen auf kleiner Flamme
placeholder

placeholder

Come pensavamo e come poi è stato confermato all’IFA, il telefono utilizza il processore Kirin 970, che è composto da otto core, con una frequenza di clock massima di 2,4 gigahertz. Dominik Bärlocher, Senior Editor, mi dice che non è affatto male. Soprattutto se il dispositivo offre davvero ciò che è stato promesso durante la presentazione. Il suo predecessore, il Kirin 960, si avvicinava già a valori simili, ma il nuovo modello è potenziato dall'intelligenza artificiale e consuma meno batteria grazie al processo costruttivo a 10 nm. Anche l'unità grafica è nuova e dovrebbe essere fino al 50% più veloce.

Anche le telefonate dovrebber diventare più intelligenti: Il telefono infatti riconosce la voce e la isola dal rumore di fondo. Il CEO Richard Yu promette che, anche in una metropolitana affollata, un sussurro è sufficiente per una conversazione cristallina. Come nazione di pendolari, noi svizzeri apprezzeremo molto questo sistema.

Un affronto al Samsung DeX

Anche l'hardware Kirin è utilizzato bene: se lo colleghi a uno schermo tramite la porta USB, il Mate 10 Pro passa alla modalità desktop. Basta collegare una tastiera e un mouse via Bluetooth e il concorrente del sistema DeX di Samsung, che ha colmato il divario tra PC e smartphone questa primavera, è pronto per essere utilizzato.

*Dex**: Samsungs Frontalangriff auf Microsoft im Test
placeholder

placeholder

Ma a differenza del DeX, oltre a sostituire la PC Tower il Mate 10 Pro utilizza lo schermo touch del dispositivo come touchpad. Bella trovata.

Il gruppo target della presentazione è chiaro: Richard Yu, amministratore delegato di Huawei, ha ripetutamente evidenziato l'integrazione della piattaforma social media per professionisti LinkedIn, con cui il Mate 10 Pro interagisce perfettamente.

Un design a strisce

È una zebra? No. Sul retro ha solo una striscia, che a me piace molto. Strano che Huawei non offra il colore oro, che è così popolare sul mercato asiatico, ma abbia optato per la moka, cioè marrone.

A parte questo, a giudicare dalle foto il telefono mi piace, anche se, secondo Dominik Bärlocher, è «come tutti i telefoni cellulari, un rettangolo con angoli arrotondati». Ma, anche se quando si tratta di telefoni è un vecchio cinico, deve ammettere che la striscia è davvero bella e conferisce al telefono un che di speciale. Anche il retro del telefono è realizzato in vetro. Poiché sono stati usati diversi strati, secondo Richard Yu il telefono dovrebbe essere resistente agli urti, ma purtroppo non è stato specificato a quale livello. Un’informazione che tante persone come me avrebbero apprezzato, considerando che ho già un cellulare sulla coscienza.

nessuna informazione disponibile su questa immagine
Apparentemente senza pulsante home davanti, ma con una striscia e un sensore di impronte digitali sul retro.

Il Mate 10 Pro ha un fratellino, l’Huawei Mate 10 Lite. Secondo il nostro Product Manager, verrà consegnato prima della versione Pro.

Non abbiamo ancora foto del Mate 10 Lite. La versione Pro è la più importante per Huawei, mentre quella Lite è stata progettata per gli utenti che non hanno bisogno di un telefono cellulare di fascia alta per la vita di tutti i giorni. È anche molto più economico. Se vuoi scoprire tutte le funzionalità della nuova serie, Huawei consiglia il Mate 10 Pro.

Il nuovo Android pronto all’uso

Il Mate 10 Pro viene fornito con Android 8.0 Oreo. Trovi maggiori informazioni sulla nuova versione di Android qui:

Tutte le novità della nuova *beta di Android O**video
placeholder

placeholder

Con la serie Mate 10, Huawei conta su strutture aperte: dove c’è un'API aperta, lì c’è un Mate 10. Tuttavia, il telefono potrebbe non essere in grado di farlo già dall'inizio. Huawei si aspetta un aggiornamento importante nei primi mesi del prossimo anno. Nel frattempo, le reti neurali e altri tipi di intelligenza artificiale di cui è dotato lo smartphone impareranno, analizzeranno le immagini, ottimizzeranno gli scatti e le impostazioni per le foto future.

Allora, la vuoi una penna?

Vuoi una penna smart? Chiedi, o meglio preordina, e ti sarà data. Il nostro ufficio marketing ha negoziato un accordo: per i primi 300 preordini, offriamo un set Moleskine del valore di CHF 269.00 in omaggio. Potrai sincronizzare gli appunti con il telefono e trasferirli direttamente sullo smartphone.

nessuna informazione disponibile su questa immagine

Huawei e Porsche di nuovo insieme

Come per i modelli precedenti, ci sarà di nuovo una versione Porsche Design. Dovrebbe essere disponibile entro la fine dell'anno. Questa volta, la Svizzera sarà uno dei primi Paesi previsti per la consegna. Molto premuroso di Huawei. Grazie!

Piccolo aggiornamento: anche la versione Porsche Design dovrebbe essere disponibile dal 1° dicembre

nessuna informazione disponibile su questa immagine
Sarebbe questo il design di Porsche

Disponibilità ufficiale: 1° dicembre

Il lancio commerciale avrà luogo il 1° dicembre. Dovremmo essere in grado di consegnare i dispositivi a partire da quella data. I preordini iniziano da ora.

E adesso: le domande che sicuramente volevi farmi nella sezione commenti

Ho lavorato per molto tempo nel servizio clienti di digitec, perciò posso già rispondere alla maggior parte delle domande che vorrai farmi.

Cercherò di rispondere già da ora alle domande più frequenti, così ti risparmierò tempo e fatica.

  • Potete consegnarmi il telefono il 1° dicembre? Risposta: Speriamo di sì.
  • Quando saranno disponibili i colori blu e rosa? Risposta: il prima possibile, ma non abbiamo ancora una data esatta. Sì, non appena avremo una data, aggiungeremo un aggiornamento in questo articolo.
  • Il dispositivo è dotato di uno slot Dual SIM ibrido? No, lo slot è semplicemente Dual Sim (non ibrido). Nessuno spazio per una scheda di memoria.

Se farai una di una qualsiasi di queste domande nei commenti, saprò che non hai letto il testo. :)

E mentre sei ancora qui a leggere, io testo il nuovo prodotto di punta di Huawei. Ti farò sapere com’è andata tra non molto. Sono particolarmente curioso di provare la fotocamera e scoprire se la batteria mantiene le promesse fatte dal produttore.

Ancora un consiglio sugli abbonamenti

Molti dei nostri clienti non lo sanno ancora: con noi puoi acquistare qualsiasi telefono cellulare, che si tratti di un nuovo prodotto di punta o di un modello preistorico, con abbonamento. In alcuni casi, puoi risparmiare davvero tanto. Accedi al configuratore dei servizi abbonamento qui.

Non resisto

Mi dispiace, ma non ho potuto farne a meno: Quando Dominik ed io abbiamo letto lo slogan di Huawei «I am what I do», entrambi abbiamo pensato la stessa cosa:

A 30 persone piace questo articolo


Livia Gamper
Livia Gamper
Junior Editor, Zurigo

Le mie passioni: sperimentare e scoprire cose nuove. A volte qualcosa non va come dovrebbe andare o nel peggiore dei casi, qualcosa si rompe. Sono dipendente dalle serie tv, quindi non posso fare a meno di Netflix. D'estate mi trovate fuori, sotto il sole, al lago o a un festival musicale.


Potrebbero interessarti anche questi articoli