Non sei connesso a internet.
Corporate logo
VideogiochiRecensione 1115

«God of War»: Kratos è diventato padre e l’iconica serie più matura

Kratos è tornato ed è quasi irriconoscibile. L’iconica serie sul sanguinario dio della guerra diventa una commovente storia padre-figlio. Ma non preoccuparti, l'azione non manca.

Chi l’avrebbe mai detto che una serie che potrebbe essere riassunta in quattro parole (furente, sanguinosa, epica ed eventi quick time) sarebbe stata in grado di un tale cambiamento. In «God of War» non è mai stata la storia in primo piano. Moglie e figlio morti = vendetta. Questa doveva essere una motivazione sufficiente per uccidere migliaia di mostri, demoni e dei e per battere l'una o l'altra o talvolta due donne per strada.

I personaggi sono la storia

Kratos e Atreus hanno una relazione complicata.

Il reboot del Santa Monica Studio va in una direzione nuova. L'attenzione non è più rivolta alla strage brutale, ma al rapporto tra padre e figlio e alla loro storia comune. Kratos, il dio della guerra (Ares si è dimesso involontariamente), non vive più nella calda Grecia, ma nel gelido nord. La montagna di muscoli non è nemmeno più sola: Kratos ha un figlio.

Tuttavia, non si tratta di una famiglia felice. Infatti, Atreus e Kratos hanno un rapporto complicato l'uno con l'altro. Ciò che li lega è la madre di Atreus, che, però, è già stata cremata all'inizio del gioco. Lo spargere delle sue ceneri sulla montagna più alta dà anche inizio alla storia. Durante il suo viaggio, Kratos cerca di insegnare a suo figlio a sopravvivere in un mondo pieno di pericoli. Gli dei nordici non sono contenti della presenza di un dio della guerra straniero e pongono ogni sorta di ostacolo sul suo cammino.

I dialoghi tra Kratos e Atreus e la loro complicata relazione rappresentano uno dei maggiori punti di forza del gioco. Lo squartatore di dei, un tempo unidimensionale, deve ora domare la sua rabbia e prendersi cura di qualcun altro oltre che di sé stesso. Il Santa Monica Studio ritrae in modo credibile il cambiamento che i due personaggi principali fanno nel corso del gioco. Soprattutto nei brevi dialoghi intermedi, Kratos e Atreus si presentano come estremamente umani e vulnerabili. Qui, tra l'altro, viene alla luce uno dei tanti dettagli che mostra quanto lavoro e amore vi sia in questo gioco. Se i dialoghi sono interrotti da scene d'azione o altri cambiamenti, non viene fermato tutto nel bel mezzo della frase come in altri giochi. Al contrario, Kratos o Atreus dice una cosa del genere: «Ne parliamo dopo». E più tardi la conversazione viene davvero ripresa. Anche allora, non segue direttamente l'ultima parola, ma nasce da un dialogo naturale come: «Dove eravamo? Ah, sì, stavamo parlando di Odino che combatte il serpente di Midgard». Un dettaglio piccolo ma da non sottovalutare.

Un gioco (quasi) nuovo

«God of War» è e rimane essenzialmente un gioco d'azione. Kratos ha sostituito le sue iconiche lame a catena con un'ascia magica. Può ancora dare fuori di matto come sempre. Non ci sono più eventi quick time: anche se per alcuni attacchi è ancora necessaria una buona tempistica, i comandi non compaiono più continuamente nell'immagine. Atreus è utile in combattimento e copre i nemici con le frecce. Fortunatamente, il figlio è estremamente indipendente e non diventa mai un fastidioso accompagnatore. Il sistema di combattimento richiede alcune ore per andare avanti. Ma poi ti coinvolge e pretende molto. Gli avversari non si girano i pollici e attendono il loro turno come nella serie Batman Arkham, bensì arrivano colpi da tutte le parti. Ciò che infastidisce sono le mosse di finitura che distruggono i nemici con il semplice tocco di un pulsante. Diventano incredibilmente e rapidamente ripetitive. Sarebbero state utili maggiori variazioni e soprattutto processi più veloci.

Il grado di violenza è stato leggermente ridotto; Kratos è ben lungi dall'essere uno schizzinoso. A differenza di quanto accadeva nelle vecchie edizioni, tuttavia, la brutalità non esiste più come fine a sé stessa. Piuttosto, mostra quanto sia crudele il mondo e illustra il destino di Kratos come macchina assassina.

Vengono fracassate ancora molte teste.

Il mondo di gioco non è un vero e proprio open world, ma a chilometri di distanza dai suoi predecessori, che hanno giocato in modo estremamente lineare. Il nuovo «God of War» è costituito da diverse aree di diverse dimensioni, che a volte sono un po’ più aperte e, talvolta, offrono solo diramazioni più piccole. Le aree sono abbastanza grandi e c'è molto da scoprire. Vale solo la pena di tenere gli occhi aperti. «God of War» è una festa per gli occhi e offre un sacco di variazioni. Su PS4 Pro hai la possibilità di scegliere tra risoluzione e prestazioni. Ho scelto la modalità dissolvenza. Questo abbassa il frame rate in regioni pericolosamente profondo, ma col tempo questo si percepisce sempre meno. Infine, la modalità performance raggiunge quasi i 60 fps. Il ventilatore, che diventa davvero molto rumoroso, mostra che il limite delle prestazioni della PS4 Pro è stato raggiunto.

Upgrade, loot, skill & quest

Un'ulteriore varietà è fornita dal sistema di abilità, che offre ampio spazio per diversi stili di gioco. Ad esempio, è possibile concentrarsi su Atreus in qualità di assistente efficiente. Puoi controllare tuo figlio indirettamente e puntare i nemici direttamente, se necessario. Agisce quindi come un ulteriore attacco a distanza. Ma ci sono anche vari trucchi da sbloccare per ascia e scudo.

Anche gli accessori sono nuovi. Nei bauli o sconfiggendo i nemici, trovi sempre nuove attrezzature o rune per migliorare le tue armi. Con un duo di nani amichevoli, è possibile rivalutare il tutto ancora di più. Dal momento che tutto costa denaro o punti esperienza, vale la pena non solo seguire l'obiettivo principale in modo ostinato, ma anche intraprendere missioni secondarie. In queste missioni, incontrerai boss opzionali e troverai altri bottini per migliorarti.

Conclusione: un buon motivo per acquistare una PS4

Anche se mancano i grandi boss della terza edizione, la nuova uscita supera l'ultimo risultato numerico sotto ogni punto di vista. «God of War» offre qualcosa che non ti saresti mai immaginato – o almeno non da questa serie. Una storia che ha anche cuore. La violenza ha finalmente senso e non è solo un intrattenimento. E anche se non ci sono più Titani da scalare, il sistema di combattimento rimane pesante, sanguinoso e ricco d'azione. Soprattutto l'ascia è davvero massiccia. La presentazione cinematografica con telecamera libera, che non fa mai un taglio in tutto il gioco, colpisce attraverso il nastro. Questa nuova uscita del Santa Monica Studio è un completo successo. Kratos è tornato: più vecchio e grigio, ma ancora presente.

  • God of War (PS4, DE, EN, FR, IT)
  • God of War (PS4, DE, EN, FR, IT)
  • God of War (PS4, DE, EN, FR, IT)
CHF 69.90
Sony God of War (PS4, DE, EN, FR, IT)
11

Disponibilità

Invio postale

  • Più di 10 pezzo(i)
    nel nostro magazzino

Ritiro

  • Basilea: Ancora solo 1 pezzo(i)
  • Berna: Ancora solo 1 pezzo(i)
  • Dietikon: Ancora solo 1 pezzo(i)
  • Genf: Ancora solo 1 pezzo(i)
  • Kriens: domani alle 13:00
  • Losanna: Ancora solo 1 pezzo(i)
  • San Gallo: Ancora solo 1 pezzo(i)
  • Winterthur: domani alle 12:00
  • Wohlen: Ancora solo 1 pezzo(i)
  • Zurigo: Ancora solo 2 pezzo(i)

PickMup

Solo se ordini immediatamente.
Tutte le informazioni senza garanzia.

Visualizza i dettagli

PS4 Pro 1TB + God of War (DE, FR, IT, EN)
Sony PS4 Pro 1TB + God of War (DE, FR, IT, EN)
2

Disponibilità

  • Al momento non disponibile e data di consegna sconosciuta.

Tutte le informazioni senza garanzia.

Visualizza i dettagli

Potrebbero interessarti anche questi articoli

«Cyberpunk 2077»: da tempo non mi eccitavo così tanto dopo una demo
VideogiochiPresentazione prodotti

«Cyberpunk 2077»: da tempo non mi eccitavo così tanto dopo una demo

digitec plays <strong>«Spider-Man»</strong>: nuova ispirazione per i videogiochi di supereroi?
video
VideogiochiPresentazione prodotti

digitec plays «Spider-Man»: nuova ispirazione per i videogiochi di supereroi?

<strong>Gamer di una certa età</strong>: non c’è tempo per giocare a Jass, saccheggiare va di moda
VideogiochiRitratto

Gamer di una certa età: non c’è tempo per giocare a Jass, saccheggiare va di moda

User
Vado matto per il gaming e i gadget vari, perciò da digitec e Galaxus mi sento come nel paese della cuccagna – solo che, purtroppo, non mi viene regalato nulla. E se non sono indaffarato a svitare e riavvitare il mio PC à la Tim Taylor, per stimolarlo un po' e fargli tirare fuori gli artigli, allora mi trovi in sella del mio velocipede supermolleggiato in cerca di sentieri e adrenalina pura. La mia sete culturale la soddisfo con della cervogia fresca e con le profonde conversazioni che nascono durante le partite più frustranti dell'FC Winterthur.

11 Commenti

3000 / 3000 caratteri

User MikoGee

Vorallem setzt Sony dank grandiosem Gameplay und verzicht auf Day1-DLC & Lootboxen ein Zeichen gegen EA und andere AAAs die behauptet haben, Singleplayer-Games hätten keine Zukunft.

PS: Ihr habt den grandiosen Soundtrack von Bear McCreary (Battlestar Galactica) vergessen.

20.04.2018
User Ragedliam

Hab nur wegen dem Game ne PS4 gekauft :D

20.04.2018
User MikoGee

Dann hol dir gleich als nächstes Horizon Zero Dawn und Nier: Automata, dann hat sich die PS4 gleich dreifach gelohnt. :P

20.04.2018
User alexatolaz

Kann Miko bezüglich Horizon: Zero Dawn nur zustimmen. Krank gutes Spiel.

20.04.2018
Rispondi
User Anonymous

Bisher kein einziges GOW Spiel gespielt.. aber das was ich hier sehe gefällt mir.
Muss es mal anspielen ^^

20.04.2018
User ErminD

Dad of War, habe jetzt ein paar Stündchen gespielt und liebe es.

20.04.2018
User Christian Walker

Komme zwar müde zur Arbeit wegen dem Titel, worth it! Das nordische Setting ist genial, da schlägt jedes Asatruherz höher.

24.04.2018
User reaper2k

God of Wär hatte gedacht.... :)

20.04.2018
User Chiawrah

Ich persönlich finde die Neuausrichtung auch sehr interessant. Jedoch muss auch gesagt werden, dass die vorherigen Spiele nicht nur wegen Blut-Todes-Gemetzel gut waren. Story war auch in den alten Spielen sehr wichtig.

23.05.2018
User Deadline

God of War ist kein Reboot, es ist ein Sequel

19.04.2018
User Philipp Rüegg

Reboot bedeutet in diesem Fall einfach eine komplette Neuausrichtung. Storymässig ist es nach Teil 3, aber alles andere ist ein völliger Neustart und kaum mit den Vorgängern zu vergleichen.

20.04.2018
Rispondi